MARZI: ANCHE QUESTANNO SI PUNTA SUL PRESEPE VIVENTE

Marzi, per la dodicesima edizione del presepe vivente, apre il suo affascinante centro storico a quanti vogliono vivere istanti preziosi, colti nella loro immediatezza e assaporati con serenità .

La rappresentazione del presepe vivente, è una manifestazione molto attesa, seguita ogni anno da centinaia di persone provenienti da tutta la Calabria. Promotori dell’iniziativa, quest’anno, sono i soci dell’Associazione Marzese “NATHES 2002″in collaborazione con le famiglie del luogo e dei paesi limitrofi.

Già  da molti giorni le”rughe” del paese sono animate da “tecnici-volontari” che lavorano nell’allestimento delle scene, nella ricerca dei protagonisti e nella realizzazione degli abiti da scena.

Le scene realizzate saranno 39 ( 1 in meno rispetto all’ anno precedente ), il numero dei figuranti contattati si aggira intorno a 100, 40 gli addetti al servizio d’ ordine, 7 il numero delle scene nuove, mai realizzate nelle edizioni precedenti , 380 metri di cavo utilizzato per illuminare il presepe, 6 le postazioni audio per la diffusione delle musiche , 20 gli animali utilizzati.

Il piccolo borgo del Savuto si sta lentamente trasformando in un ampio scenario presepiale. Un lavoro minuzioso è quello degli organizzatori. Con fresche pennellate di colore si vuole far tuffare il visitatore in un mondo rurale ormai dimenticato, con atteggiamento contemplativo e nel vero spirito natalizio, senza però strumentalizzare il sentimento religioso.

Fra gli spazi disponibili troveranno posto, con un pizzico di nostalgia, mestieri antichi e stili di vita persi da decenni, famiglie che favoriranno la riscoperta di antiche usanze per porre l’accento sulle radici storiche del paese, umili ma nello stesso tempo rese forti dalla fratellanza delle persone, non mancherà  il contrasto fra lussuria e castità , ricchezza e povertà .

IL calzolaio, la casa di Erode,” la ricottala “,l’ arrotino, il caldarrostaio, il barcaiolo , il cestaio, il palettaio, il bivacco, l’ accampamento degli zingari, la locanda, lo scultore, le tessitrici, l’ ordito , la postazione dei soldati, il senato , l’annunciazione , l’ osteria della lussuria e molte altre accompagneranno il pubblico fino all’ estrema parte del paese illuminata dalla natività  e dai RE magi portatori di doni.

La rappresentazione si svolgerà  nei giorni 26,27,28 dicembre ai seguenti orari:
venerdì 26 dalle ore 18,00 alle ore 20,00 , sabato27 dalle ore 18,00 alle 20,00 e domenica 28 dalle ore 17,00 alle ore20,00.

OMAR FALVO

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com