Rogliano: I commerciati chiedono la riapertura di Corso Umberto.

I negozianti del centro storico: “con la chiusura del corso abbiamo constatato un reale calo nelle vendite dei prodotti”.

 

 Uno scorcio panoramico del centro storico di Rogliano (cs).

 

 

L’AUSPICIO proviene dalla quasi totalità  dei commercianti di Corso Umberto, la parte di centro storico cittadino sede di negozi, da alcuni mesi interdetta al traffico degli autoveicoli in seguito ad un provvedimento dell’Amministrazione comunale che ha destinato la zona ad isola pedonale.

Il dibattito, tra l’altro, si  è riacceso in questi giorni dopo drastica decisione dei fratelli Vincenzo e Giovanni Ambrogio di chiudere contemporaneamente le macellerie di piazza Santa Maria e, appunto, di Corso Umberto.

“Siamo preoccupati, in quanto – affermano gli interessati – con la chiusura del corso abbiamo constatato un reale calo nelle vendite dei prodotti”.

“Il rischio – spiegano – è la chiusura di altri negozi. Per questo, oggi, chiediamo la riapertura di Corso Umberto al transito degli autoveicoli”.

“Al transito e non alla sosta – sottolineano i commercianti – almeno nel periodo primavera-autunno-inverno, con l’istituzione dell’isola pedonale solo in estate”.

La proposta che i negozianti del corso intendono portare nuovamente all’attenzione dell’Amministrazione comunale di Rogliano, avrebbe l’avallo anche dei titolari degli esercizi commerciali situati nell’attigua piazza Morelli, secondo i quali “il flusso di automezzi che percorre questa parte di centro storico, non trovando sbocchi verso Corso Umberto, deve necessariamente tornare indietro, provocando in alcune ore della giornata il congestionamento dell’area”.

“Abbiamo discusso di tutto questo tra di noi per molte volte – concludono gli interessati – ma il nostro auspicio resta ancora la riapertura del corso al transito dei mezzi”.

Per diversi  decenni, ricordiamo, Corso Umberto è stato il cuore del commercio cittadino grazie alla presenza di decine di piccole attività  in sede fissa, che hanno garantito benessere a molte famiglie e un punto di riferimento variegato agli acquirenti.

Da qualche anno, però, in controtendenza rispetto al passato, sia per fattori interni che fattori esterni, questa parte di città , seppur in ripresa dal punto di vista del recupero architettonico, è rimasta ferma sul piano commerciale e necessita pertanto di un adeguato quanto immediato programma di rilancio.

 

G.S.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com