Le buone cose dei paesi nostri … di Gaspare Stumpo

“La Passione di Cristo” successo del Savuto

Con la Pasqua ormai alle porte, vogliamo mettere da parte, per un momento, analisi e giudizi sulla politica e più in generale l’approfondimento di notizie, fatti e persone, che si contraddistinguono o si rendono protagonisti, in piccolo o in grande, in bene o in male, nella società  di oggi, che il più delle volte sono alla base di questo nostro appuntamento del martedì. Cerchiamo di dare merito, invece, a quanti, a Rogliano, domenica scorsa (giorno delle Palme) hanno contributo alla buona riuscita de “la Passione di Cristo”. Il tutto, non solo per dire grazie ai protagonisti (120 tra attori e comparse, che andrebbero tutti citati sia per l’impegno, sia per la facilità  interpretazione dei personaggi (anche i più anonimi) sia per l’ennesima prova di carattere, capacità  espressiva e autorevolezza dimostrate nel corso delle scene), ma anche per sottolineare come, anche dalle nostre parti (dove spesso si è soliti piangersi addosso, non essere profeti in patria, non credere nelle proprie possibilità , poco avvezzi a cooperare e lavorare insieme per ottenere risultati, addirittura snobbati dai mezzi della comunicazione o peggio ancora dalle istituzioni che contano, che forse in queste cose non intravedono passerelle produttive) sono possibili i successi. E’ inutile dire che il Savuto e le sue Comunità  possiedono da sempre un contesto umano, sociale, artistico ed ambientale che si promuove da solo, e le circa tremila persone che in occasione della “Passione del Cristo” hanno strariempito una buona parte del centro storico di Rogliano, ne costituiscono l’esatta dimostrazione. Un bravo, pertanto, a don Santino Borrelli, parroco di San Pietro in Rogliano, per il suo continuo credere in questa annuale manifestazione-messaggio. Un bravo ad Antonio Simarco, regista, attore ed asse portante dell’iniziativa. Un bravo, infine, a Francesco Fuoco, Marilù Greco, Sergio Vizza, Danilo Aloe, Franca Garofalo e tutti gli altri, nessuno escluso, anche quelli che hanno curato l’organizzazione esterna, i Carabinieri, il Corpo dei Vigili Urbani di Rogliano, chi ha curato il servizio d’ordine, la strumentistica, le scene, i costumi, gli addobbi.

Bravi, il lavoro alla fine paga. Noi, operatori della comunicazione, siamo sempre pronti a sostenerVi.

Complimenti ancora e un buon lavoro per il futuro.

Una serena settimana e soprattutto un sereno periodo Pasquale a tutti.

 

Gaspare Stumpo

gasparestumpo@libero.it

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com