Quale futuro per il Santa Barbara?

A Rogliano Consiglio comunale straordinario sull’ospedale

L’assise era stata richiesta in seguito alla raccolta firme avviata nelle settimane scorse su iniziativa dei partiti del centrosinistra locale (Democratici di Sinistra – Margherita – Rifondazione Comunista) e delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Fase ed Fsi. Con la raccolta di 320 firme i promotori  hanno chiesto ed ottenuto la convocazione di una seduta straordinaria del Consesso in base all’articolo 11 – comma 4 dello Statuto comunale, su questioni che interessano il presidio ospedaliero <Santa Barbara> di Rogliano (nella foto di opra, l’ingresso del pronto soccorso). Il nosocomio cittadino, ricordiamo, da diversi anni è al centro di una intensa discussione, che dai lavori di ristrutturazione è proseguita nel tempo  sulla riorganizzazione e sull’ampliamento e  potenziamento  dello stesso ospedale. E’ inutile ribadire che proprio sul ruolo futuro del <Santa Barbara> è venuta a crearsi una vera e propria sorta di apprensione, nonostante le ultime rassicurazioni della stessa Azienda Ospedaliera di Cosenza in una lettera del 16 aprile scorso a firma del nuovo Direttore generale, Antonio Belcastro, il quale  ha confermato al sindaco Oliveti gli impegni già  assunti per il presidio. Tra questi il mantenimento delle unità  operative di medicina e chirurgia generale, il servizio dialisi, il potenziamento del servizio di radiologia, l’acquisto di nuove attrezzature, il servizio di day surgery (già  attivato), l’unità  di ricerca neurologica del Cnr, la ristrutturazione generale dell’edificio e degli spazi antistanti compreso l’area messa a disposizione dal Comune per i parcheggi. Molti di questi punti, però, restano ancora sotto la lente d’ingrandimento di forze politiche e sindacali, in particolare del centrosinistra locale e di Cgil, Cisl, Fase ed Fsi, che ancora oggi continuano a nutrire dubbi su alcune scelte operate proprio per il nosocomio roglianese. Da qui l’iniziativa delle scorse ore, che gli interessati hanno pensato bene di richiedere all’indomani della manifestazione relativa alla presentazione della convenzione tra Azienda Ospedaliera e Cnr per la collocazione all’interno del <Santa Barbara> dell’unità  di ricerca neurologica, tenutasi il 13 marzo 2004 alla presenza, tra gli altri, del senatore Tonino Gentile e dell’assessore regionale alla Sanità  Gianfranco Luzzo. In sostanza, centrosinistra e sindacati, oltre a contestare “il mancato coinvolgimento alla manifestazione del 13 marzo”, hanno continuato a chiedere non solo “cosa comporterà  il Cnr all’interno dell’ospedale di Rogliano in termini di spazio”, ma anche quale sarà  il destino dell’ ospedale stesso e se esso “è destinato a restare un presidio ospedaliero o a diventare un presidio sanitario freddo”.

Dal canto suo, il sindaco della città , Pietro Oliveti, durante la relazione iniziale non solo ha rispedito al mittente le critiche mosse a suo carico in un documento del 16 aprile scorso, ma ha ribadito pure le richieste fatte dall’Amministrazione comunale all’Azienda Ospedaliera di Cosenza in direzione di una “valorizzazione del Santa Barbara in termini di risorse umane e tecnologiche”. Nella stessa occasione, l’assessore comunale alla Sanità , Roberto Tosti ha affermato che la organizzazione dell’ospedale di Rogliano “va sostenuta, recepita e sviluppata attraverso un’azione comune” ed ha ricordato altresì “la centralità  del diritto alla salute di ogni singolo cittadino”. Al Consiglio comunale, oltre ai rappresentanti istituzionali, hanno partecipato e sono intervenuti anche cittadini, operatori sanitari del nosocomio del Savuto e dirigenti dei partiti in sede locale (Democratici di Sinistra, Margherita, Rifondazione Comunista, Forza Italia, Udc e Alleanza Nazionale). Al termine della discussione, sono stati acquisiti (e non votati) due ordini del giorno presentati da maggioranza ed opposizioni, quindi, è stata decisa la manifestazione del prossimo primo maggio davanti al >Santa Barbara>.

 

G.S.

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com