Prosegue lo sciopero dei lavoratori della Polti Sud

Gli operai presidiano ancora i cancelli dello stabilimento di Piano Lago

Le tute blu della maggiore industria dell’area industriale del Savuto, proseguono, con il supporto delle organizzazioni sindacali Cgil – Cisl – Uil e Unicobas, la manifestazione di protesta contro il licenziamento di tre operai. Da martedì 25 maggio scorso, i lavoratori della Polti Sud non hanno fatto rientro in fabbrica e presidiano, giorno e notte, i cancelli dello stabilimento. Il gruppo di operai recentemente  ha bloccato temporaneamente anche la SS. 19 per richiamare l’attenzione di cittadini ed istituzioni sulla vicenda. Moltissime, ogni giorno, le reazioni di esponenti del mondo politico, sindacale ed istituzionale. Sulla vertenza è stata registrata anche una interrogazione parlamentare al Ministro del lavoro, Roberto Maroni, da parte del capogruppo del Partito dei Comunisti Italiani presso la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati. Per le prossime ore è stato indetto uno Sciopero Generale del Savuto. La Polti, ricordiamo, con i suoi circa 200 impiegati è la più grande azienda del comprensorio. Una realtà  produttiva di grande prestigio e una risorsa importante per tutta la cintura roglianese.

Alcuni momenti della protesta:

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com