Caso Polti: accordo raggiunto a Roma

In queste ore l’Assemblea dei lavoratori

E’ stato raggiunto dopo circa tre ore di discussione l’auspicato accordo sulla vertenza Polti Sud di Piano Lago in atto da oltre due settimane su iniziativa, ricordiamo, dei circa 200 operai quale conseguenza del licenziamento di tre colleghi. Lo sciopero di questi giorni con conseguente blocco di produzione e presidio dei cancelli dello stabilimento, unitamente alle diverse manifestazioni intraprese sul territorio con il supporto delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, aveva portato, anche su sollecito di istituzioni e personalità  politiche, ad un primo faccia a faccia tra le parti, ma senza sortire effetti positivi sulla questione. Questione, invece, che ha trovato sbocco nelle scorse ore a Roma, al termine di un incontro promosso dal Comitato per il coordinamento delle iniziative per l’occupazione del Segretariato Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La riunione, richiesta con urgenza dalle stesse organizzazioni sindacali, era stata ufficializzata lunedì pomeriggio in una nota a firma dell’onorevole Gianfranco Borghini. Proprio quest’ultimo ha presieduto il tavolo delle trattative al quale hanno partecipato i rappresentanti di Cgil (Covello – Sacco – Sinopoli – Redavide), Cisl (Tramonti – Bruno) e Uil (Lento), e per la proprietà  la signora Teresa Polti. A Roma si è recata pure una delegazione sindacale dei lavoratori del Savuto. Dopo circa tre ore di discussione è stato sottoscritto un documento a firma delle parti, che ha sancito un primo risultato importante nel quadro di una vicenda che sembrava avviata verso una situazione difficile. L’accordo prevede, tra le altre cose, il ritiro dei tre licenziamenti; provvedimento, questo, che per Cgil, Cisl e Uil restava fondamentale per il proseguo della trattativa e per il quale è stata espressa forte soddisfazione dalla triplice sindacale. Il resto dell’intesa è contenuta nel documento e conferma l’impegno da parte dell’Azienda a proseguire sulla strada del confronto, sempre per quanto concerne le relazioni sindacali. Rappresentanti sindacali e lavoratori restano convinti, infatti, che proprio il sereno rapporto di confronto e collaborazione con la Proprietà , costituirà  in futuro l’elemento fondamentale per rafforzare il già  noto prestigio dell’Azienda in ambito produttivo e sui mercati internazionali. Per il resto, le tute blu Polti hanno appreso con soddisfazione il rimbalzo di notizie provenienti dalla Capitale e già  in queste ore si riuniranno in Assemblea per discutere dell’intesa ed avviarsi nuovamente ai propri posti di lavoro.

Gaspare Stumpo

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com