Santa Barbara: raccolte oltre 1000 mille firme in due giorni

Rifondazione Comunista propone la convocazione di un Consiglio comunale aperto

E’ domenica, fa caldo, in queste ore, ovviamente, i posti di mare o montagna costituiscono il richiamo naturale per residenti e vacanzieri del Savuto. Ciononostante la stanza del Direttore sanitario dell’ospedale <Santa Barbara> di Rogliano resta presidiata e con essa rimane attiva pure la vertenza promossa in questi giorni da amministratori locali, politici e sindacalisti locali in favore del potenziamento del nosocomio. Parallelamente ad essa prosegue anche la sottoscrizione popolare avviata a Rogliano e nei diversi comuni del comprensorio: in due giorni sono state raccolte oltre mille firme di cittadini, tra le quali quelle di molti emigrati. La battaglia per il potenziamento del nosocomio prosegue senza sosta, dunque, questa volta con la partecipazione dei rappresentanti di tutte le forze politiche e con lo sguardo attento della popolazione. Ferdinando Aiello di Rifondazione Comunista ieri mattina ha proposto “la convocazione di un Consiglio comunale aperto quale momento di solidarietà  al sindaco di Rogliano e all’assessore comunale alla Sanità  Roberto Tosti”. Nelle scorse ore, ricordiamo, sindaco ed assessore hanno avuto una parte attiva nella discussione a distanza con i vertici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza che dal canto loro, sul presidio ospedaliero cittadino hanno ribadito i propri programmi di riorganizzazione. Per il resto nessun faccia a faccia è avvenuto ancora tra le parti. Una situazione auspicabile in beve tempo che potrebbe verificarsi nei prossimi giorni. Al momento, infatti, resta il muro contro muro.

Gaspare Stumpo

 

 

I tavolini per la raccolta firme predisposti all’interno della villa comunale

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com