Un incontro urgente tra tutti gli amministratori del Savuto

Promosso dal sindaco di Belsito, Giovanni De Rose

In una lettera inviata a venti colleghi di altrettanti comuni del comprensorio ed al presidente della Comunità  montana, il primo cittadino di Belsito, Giovanni De Rose, ha avanzato la proposta di un incontro urgente merito ad alcuni programmi relativi al territorio. Tra questi, Pit, Piar, Unione dei Comuni e presidio ospedaliero <Santa Barbara> di Rogliano. L’iniziativa di De Rose è scaturita subito dopo la relazione sullo stato dei programmi da lui tenuta nel corso dei lavori del Consiglio comunale di Belsito del 28 giugno scorso. “Il Consiglio comunale – scrive il sindaco – unanimemente ha concordato e deliberato che la situazione di stallo che si è venuta a creare (in merito ai programmi colettivi, nda) merita ulteriore riflessione ed approfondimento”. “Infatti – sostiene De Rose – abbiamo constatato, nostro malgrado, la scarsa partecipazione che si protrae già  da lungo tempo delle Amministrazioni interessate a tali progetti, che in un territorio altamente disagiato e ad alto tasso di disoccupazione, quale quello della Valle del Savuto, potrebbero portare, se condotti con la giusta efficenza e solerzia, almeno al miglioramento della situazione. Inoltre, ove la partecipazione risulta interessata, le lungaggini ed i vari ritardi, ormai divenuti cronici, allungano ulteriormente i tempi di discussione e risoluzione di tutti quei problemi ed inconvenienti che, con una maggiore collegialità , sarebbero facilmente risolvibili”. Una presa di posizione forte, questa di Giovanni De Rose, che rappresenta, dunque, un invito al resto degli amministratori del Savuto a gestire con maggiore forza e partecipazione la discussione sui progetti che riguardano il futuro nell’area compresa nei ventuno comuni. “Voglio ricordare – sottolinea il sindaco di Belsito – che i vari Pit, Pis, Piar, il Patto territoriale, la 488, dovrebbero rappresentare per il territorio un grande volano di sviluppo e occupazione. A tutt’oggi, cosa che è a conoscenza di tutti, a distanza oramai di cinque anni, non uno solo di questi progetti è andato a buon fine”. Nel testo del documento inviato ai venti sindaci del Savuto, De Rose sollecità , quindi, un incontro urgente per discutere di problemi che egli stesso ritiene “molteplici e di difficile soluzione. Problemi che “vanno discussi e risolti nel più berve tempo possibile”. Ad uno di questi, per esempio, il primo cittadino dedica ampio spazio. “In particolare – evidenzia ancora De Rose – mi interessa sottolineare che per l’ospedale <Santa Barbara di Rogliano>, a prescindere da ogni responsabilità  personale o amministrativa e dalla fiducia mal riposta in quelle promesse a suo tempo fatte dai vertici ospedalieri ed a tutt’oggi mai mantenute, che riguardavano la salvaguardia dei servizi esistenti, nonchè il potenziamento della stessa struttura, bisogna attivare una serie di inizative forti, risolute e soprattutto unitarie, per evitarne la paventata chiusura, cosa che farebbe diminuire ulteriormente la qualità  della vita in tutto il comprensorio”. De Rose conclude la sua missiva ponendo l’accento sulla questione dei tributi relativi ai conteggi dei consumi e all’adeguamento delle tariffe dell’acqua potabile, annunciando, quindi, l’organizzazione dell’incontro per il prossimo 21 luglio, alle ore 18.00, presso la sede municipale del comune di Belsito, confidando nella partecipazione di tutti “in modo – spiega – da confrontarci sulla strategia di mobilitazione e sulle iniziative da intraprendere”.

Gaspare Stumpo

 

Nella foto, in alto: il sindaco di Belsito, Giovanni De Rose.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com