Carpanzano: Sciarratta nominato Difensore Civico

Lettera dell’interessato al Sindaco ed ai consiglieri comunali

Pubblichiamo integralmente la lettera inviata nei giorni scorsi al Sindaco di Carpanzano, Mario Manfredi, e ai componenti dell’Assise Consiliare, da parte del neo Difensore Civico, Lillo Sciarratta.

 

Lettera Aperta

Sig. Sindaco, Sigg.ri Consiglieri Comunali, all’indomani della mia designazione a “Difensore Civico” del Comune di Carpanzano, ritengo doveroso scrivere una lettera aperta per voi, e che può valere per tutti. Ho deciso, come sempre, di fermare sulla carta e poi di esporla la mia mia profonda riflessione che scaturisce dall’importante quanto delicato compito che mi accingo ad esercitare, non nascondendo al contempo gratificazione e compiacimento e questo compiacimento si prolunga e diventa soddisfazione. L’importante incarico conferitomi è pregno di onore, di pretsigio e di stima che ripaga il lungo periodo di vita pubblica ascritta al vero senso della politica, al comportamento leale e trasparente caratterizzato dall’intransigenza e dal rigore morale. Non alberga in me lo sconsiderato protagonismo anzi, ho sempre avversato il protagonismo passivo che confina con l’inezia, l’indifferenza e l’apatia. Interpreterò questo ruolo con personalità  e imparzialità , avvalendomi per l’esercizio delle funzioni, dei mezzi e delle prerogative della normativa vigente in materia. L’ufficio del “Difensore Civico” che ha sede nei locali del Palazzo Comunale, sarà  a disposizione dei cittadini, di associazioni, di comitati e altro, nel pieno rispetto della “privacy” che tutela, appunto, la riservatezza e l’identità  personale. L’auspicio è quello di intessere con la popolazione un rapporto di comunicazione e di informazione sui diritti del cittadino e sui doveri della pubblica amministrazione con l’intento, tra l’altro, di creare un percorso virtuoso mirante a ricucire il lacerato tessuto del paese cercando di cogliere i segni positivi di quel mutamento che incomincia a trovare concreta attuazione proprio in virtù della mia nomina a difensore civico che testimonia la volontà  del Sindaco Mario Manfredi e della sua maggioranza a mantenere fede al programma elettorale apportando una prima importante modifica allo statuto comunale riguardo a quanto sopra menzionato. E’ un dato di fatto positivo, altamente qualificante per l’Amministrazione comunale, oltretutto di grande apertura ed ancor più importante è il voto unanime dell’opposizione sulla mia designazione; un’opposizione responsabile che non è caduta nella tentazione dell’astensionismo che li avrebbe qualificati come degli ignavi e che al tempo stesso avrebbero dimostrato di vivere, in un certo senso, nel limbo della politica. Sarò un garante imparziale e attento, non trasferendo di certo nel Municipio di Carpanzano un secondo “Coreco”, ma interpreterò ogni cosa cons enso di equilibrio ben sapendo qual’è il ruolo del Sindaco che deve essere elemento di raccordo e di aggregazione costruttiva, attento ai suggerimenti di chi è desideroso di novità  e non deve prestare ascolto ai cattivi consigli che potrebbero celare interessi personali. La sua funzione diventa riduttiva quando asseconda indebite pretese che finiscono con l’infrangere il decalogo deontologico. Certi atteggiamenti accomodanti possono portarlo a diventare cespuglio tra i cespugli. Bisogna privilegiare il dialogo, sapere leggere la realtà , sapere ascoltare i cittadini senza spersonalizzare nessuno; solo così facendo ci sarà  il salto di qualità , aumenterà  il pretsigio e lo spessore dell’Amministrazione comunale e di tutta la collettività  che è protesa alla ricerca di quelle sinergie capaci di consentire lo sviluppo di questo hinterland del Savuto del quale per troppo tempo si è parlato, ma che è ora, finalmente, di realizzare qualcosa di serio tenendo conto di quelle che sono le vere peculiarità  e vocazioni. Bisogna dare un taglio netto col passato, rigenerare il paese con tutta una serie di valide iniziative, sgombrare il campo dai rigurgiti e dai fantasmi, non ascoltare i miseri commenti e le scarse considerazioni di quella sparuta conventicola che certamente non costruisce ma alimenta solamente discordia e divisioni. Improntiamo ogni iniziativa sul riformismo che si coniuga fra progresso e novità , evocando l’ideologia novista che s’intreccia aderentemente in un pieno contesto. E’ ora di uscire da un certo target paesano e dal solito canonico modo di fare. Finisco qui la mia lettera ribadendo che non è la notorietà  e i soldi a rendere le persone degne del mondo e non vale nulla costruire un’immagine esterna se non si costruisce dentro l’uomo. I valori e gli ideali che si hanno dentro non si barattano perchè sono pratiche del vivere civile, sono scelte non soltanto politiche, ma modelli di vita.

Con cordialità 

Lillo Sciarratta

Carpanzano, li 26 luglio 2004

 

Chi è Lillo Sciarratta

Lillo Sciarratta è nato a Castrovillari (Cs) il 6 marzo 1944. Risiede sin da piccolo a Carpanzano (Cs), un piccolo centro del mandamento roglianese a cui è molto legato. Chi lo conosce sa che non gli mancano il garbo, il senso dell’umorismo, la cordialità , l’effervescenza e il senso pratico. Sin da giovanissimo è iscritto al PSI, e questa sua inclinazione lo ha portato ad essere un esponente politico stimato e apprezzato. Ha ricoperto la carica di segretario della sezione PSI di Carpanzano negli anni 80-90. Nel 1995 è stato eletto consigliere comunale riportando tante preferenze. Ha fatto parte di importanti commissioni comunali, e ha sempre onorato gli impegni assunti con i cittadini soprattutto per quanto ha riguardato l’occupazione. Ribadisce che “la fede cattolica ha sempre convissuto con le idee socialiste: senza alcuno sforzo perchè ambedue vogliono il bene comune”. Un socialista autentico, dalla schiena dritta, che si è sempre richiamato agli insegnamenti del compianto Giacomo Mancini, “indimenticabile leader di un socialismo pragmatico e modernizzatore, una bussola a cui dovranno riferirsi tutti i riformisti per lo sviluppo del Mezzogiorno ed ella Calabria”.

Sopra, nella foto: Carpanzano (Cs), Santuario di Maria SS. delle Grazie.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com