Santa Barbara: in questi giorni il trasferimento della Medicina

L’Unità  operativa sarà  collocata nei nuovi reparti

La conferma è venuta al termine del primo incontro tra i vertici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza ed i rappresentanti del Tavolo Tecnico, avvenuto nei giorni scorsi a Cosenza sulla base di quanto stabilito all’interno del protocollo d’intesa firmato il 21 luglio 2004 a Rogliano.
Il documento, ricordiamo, prevedeva, tra le altre cose, l’istituzione di un Tavolo Tecnico per “il monitoraggio delle azioni già  avviate e nella fase di predisposizione degli strumenti di programmazione aziendale previsti dal Piano Regionale per la Salute”. Alla riunione cosentina, per l’Ao hanno partecipato il direttore generale, Antonio Belcastro, il direttore sanitario, Gianfranco Scarpelli, e il direttore amministrativo Luigi Arone.
Per la componente politico-amministrativa, invece, il neo assessore provinciale Ferdinando Aiello (consigliere comunale di minoranza a Rogliano), i sindaci Giuseppe Cuccomarino (Marzi), Antonio Riga (Parenti) e l’assessore roglianese alla Sanità , Roberto Tosti. Per le sigle sindacali, infine, Aurelio Benigno (Cgil), Vincenzo Montemurro (Cisl), Antonio Pascuzzo (Fsi), Carlo Perfetti (Fase) e Francesco Iachetta (Cib Unicobas). Nel corso della discussione sono stati affrontati ancora una volta argomenti riguardanti lo spostamento dell’Unità  operativa di Medicina Generale nella nuova ala del presidio, che dovrebbe essere imminente, e la questione inerente al concorso del primario della Chirurgia Generale, per il quale la stessa Azienda ospedaliera ha comunicato di aver “trasmesso alla Regione Calabria la documentazione per la pubblicazione nei termini di legge (Bur – Gazzetta Ufficiale)”. Sempre durante l’incontro di Cosenza, il direttore generale Antonio Belcastro ha informato i presenti che “i fondi dell’ex art. 20 (per la realizzazione della nuova ala del Santa Barbara, nda) sono stati deliberati dal Ministero della Salute accogliendo per l’Azienda ospedaliera tutti i propri progetti”. “Pertanto – ha spiegato ancora Belcastro – l’attuazione del 3° lotto avverrà  nel territorio di Marzi adiacente all’attuale struttura ospedaliera”.
Le gare di appalto per la costruzione della nuova ala del nosocomio del Savuto (che ospiterà  i reparti di Lungodegenza e Riabilitazione) potrebbero partire nel 2005.
Soddisfazione “per il dialogo positivo di questi giorni” è stata espressa dall’assessore roglianese alla Sanità , Roberto Tosti. Per Tosti infatti “tutto ciò non può che essere visto in termini positivi e dimostra anche una rinnovata attenzione verso il nostro ospedale”. “Mi auguro – ha affermato l’assessore – che la discussione possa proseguire costante nel tempo e favorire gli auspicati progetti di riqualificazione del Santa Barbara”. Tosti ha quindi ringraziato “quanti hanno (amministratori locali, rappresentanti delle forze politiche, sindacalisti e operatori ospedalieri) hanno mostrato, nei fatti, di avere a cuore le sorti del presidio cittadino”.
Altri punti già  concordati nell’incontro del 21 luglio scorso, a conclusione della vertenza che per diversi giorni aveva portato alla occupazione simbolica della stanza del direttore sanitario del “Santa Barbara”, verranno sviluppati nel secondo incontro previsto per il 6 settembre prossimo.
 
Gaspare Stumpo

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com