Rogliano, incontro sul trasporto pubblico

L’iniziativa è stata promossa dai democratici di sinistra

Principale argomento della iniziativa che si è tenuta domenica scorsa presso la sede della Quercia roglianese, è stata la nuova offerta invernale di trasporto locale su ferro che dovrebbe partire in coincidenza con l’inizio del nuovo anno scolastico.

Durante l’incontro è emersa in primo luogo “la necessità  di elaborare una richiesta alle Ferrovie della Calabria nella quale si sottolinei che l’offerta di trasporto per la città  capoluogo, che era nel precedente orario invernale, deve essere riconfermata in toto, avendo dato ottimi risultati in termini di utilizzo, come esposto anche dai numerosi lavoratori delle stesse F.d.C, presenti, e dalle percezioni di tutta la cittadinanza presente, che ha visto nel <sistema cadenzato> la vera chiave di volta per un trasporto pubblico moderno e utile”.

Nella stessa occasione, la quasi totalità  dei presenti ha sottolineato ancora una volta l’importanza del progetto di metropolitana leggera di superficie, in parte avviato nei mesi scorsi, quindi il collegamento con l’Università  della Calabria “fatto ritenuto importantissimo per lo sviluppo del Savuto nel suo complesso ed essenziale per ridare coerenza al diritto costituzionalmente garantito qual è quello allo studio ed alle pari opportunità  per tutti i cittadini”.

“Ad oggi infatti – scrivono i diesse in un documento – Rogliano, essendo territorialmente all’interno dell’area universitaria ovvero in residenza, e non avendo un sistema di trasporto veloce e cadenzato per tutto l’arco della giornata in collegamento diretto con l’Unical è, paradossalmente, molto più penalizzata di altri paesi dell’hinterland in quanto ad aiuti agli studenti”.

“Ancor più penalizzata – aggiungono – è l’economia della cittadina, che non può usufruire di quell’enorme indotto creato dall’Università  limitato, appunto, per carenza di infrastruttura di trasporto adeguata alla sola Rende e parte del territorio di Montalto”.

Nel corso della iniziativa sui trasporti, gli stessi dirigenti dell’unità  di base roglianese hanno sottolineato “come il partito sia impegnato da tempo nella sensibilizzazione dei vari attori dello sviluppo, quali la Regione, la Provincia, il comune capoluogo e la stessa Università  della Calabria: ricordando come, attraverso le presenze istituzionali nell’Amministrazione roglianese dal 1996 al 2001, è stato forte l’impegno in questa direzione. Impegno che aveva creato sensibili sinergie istituzionali favorevoli al percorso che vedeva il Savuto parte attiva di un progetto di trasporto adatto alle reali esigenze dei cittadini; al contrario l’Amministrazione di centrodestra alla guida dal 2001 ad oggi, oltre a depauperare quanto costruito, si è allontanata completamente dai circuiti dello sviluppo, riportando, per molti versi, il paese a prima del 1993”.

 

                                                                      G.S.

 

Nella foto, sopra: la stazione delle Ferrovie della Calabria di Rogliano

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com