Prima Giornata Nazionale della Musica Popolare

Dal Savuto proposte di rivalutazione per il genere etnico-popolare

L’iniziativa promossa nei giorni scorsi presso il Centro congressi di Piano Lago, articolata in più momenti nell’arco di mezza giornata, ha suscitato commenti positivi e non solo tra gli addetti ai lavori.

L’evento si è aperto con il saluto del presidente della Comunità  montana del Savuto (Ente promotore) Anna Aurora Colosimo ed è proseguito con gli interventi del musicista Danilo Gatto, dell’etnomusicologo Antonio Bevacqua, dei professori Attilio Perri e Mario Benvenuto, dei maestri Giovanni Paracuollo e Mario Cervo.

Il maestro Francesco Perri (coordinatore della manifestazione) ha proposto, infine, un itinerario di ricerca su Giuseppe Giacomantonio e Armando Muti, pionieri della etnomusicologia calabrese del Novecento.

Nell’ambito della <Prima Giornata Nazionale della Musica Popolare>, oltre al convegno introduttivo si sono tenuti anche un intermezzo teatrale a cura dell’Associazione Filodrammatica <Vincenzo Gallo> e un parentesi musicale curata dal gruppo etnico <Neilos>.

“Ciò che è emerso dal primo convegno di studi su <La musica popolare tra storia e costume> – hanno spiegato gli organizzatori – è il nascente interesse di ricerca verso lo studio <dell’uomo nel suo fare musica>. Il che vuol dire nuove ricerche e programmazioni per le scuole, per le nuove generazioni, per rivalutare i suoni prodotti dalla propria gente i processi ed i contesti esecutivi attraverso cui ed in cui la musica viene immaginata, discussa e prodotta, nonché allo studio delle strutture musicali in sé”.

“Oltre a rinnovare lo spirito di attaccamento alla propria terra – hanno detto ancora gli interessati  – la musica popolare è, infatti, in grado di rievocare le tradizioni delle generazioni passate ed è una indelebile memoria storica che si tramanda nel tempo. La musica popolare, oggi, può ancora avere un suo giusto significato nella storia della gente. Il percorso artistico proposto per la Valle del Savuto non può che attivarsi in un crescendo bello e spontaneo nella musica popolare patrimonio di tutti, memoria storica per tutti”.

Alla buona riuscita della <Prima Giornata della Musica Popolare>, unica su tutto il territorio calabrese, oltre all’Associazione Filodrammatica <Vincenzo Gallo> di Rogliano, hanno collaborato pure l’Associazione Musicale <Aura> e la Fondazione <E. Sabato>.

 

                                                                         Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto, sotto: alcuni momenti del Convegno.

 

 

 

 

 

gasparestumpo@libero.it

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com