Rogliano, concluse le celebrazioni in memoria di Antonio Guarasci

L’intellettuale e uomo politico è stato ricordato a trent’anni dalla scomparsa

E’ terminata la settimana commemorativa del trentennale della morte di Antonio Guarasci. Le ultime due giornate sono trascorse, riscuotendo grande successo ed entusiasmo tra gli studenti, i docenti, ma soprattutto tra tutti gli ospiti presenti. Nel pomeriggio di Venerdì 1 Ottobre, nel Museo d’Arte Sacra di Rogliano, è stata inaugurata una mostra d’arte, intitolata “Soggetti e Oggetti della storia”, curata dal Liceo Artistico di Cosenza, sotto la guida del Dirigente Scolastico L. Guarasci. A seguire, nell’auditorium del Liceo, si sono esibiti gli alunni del laboratorio teatrale dell’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Guarasci”, guidati dal regista E. Scalercio, che hanno messo in scena una rappresentazione di un testo inedito ispirato proprio alla figura di Guarasci. Grande commozione tra i presenti, invece, nella Chiesa di San Pietro a Rogliano, che si sono riuniti per ricordare questo grande uomo, figlio di un piccolo paese come Rogliano, che a distanza di trenta anni lo ricorda con grande piacere, pensando alle sue innumerevoli imprese a favore, non solo del suo paese natio, ma di tutta la regione Calabria. Una celebrazione commovente quella di ieri, officiata dal Monsignor Giuseppe Agostino, Vescovo di Cosenza ed alla quale hanno partecipato la vedova Guarasci, la Signora Gertrude Buffone Guarasci, il primo cittadino di Rogliano, P. Oliveti, il Dirigente Scolastico Gilda De Caro e numerosi studenti. Tutti gli ospiti si sono poi diretti nell’auditorium dell’IIS, dove si è svolto un convegno, curato dalla Fondazione Guarasci e coordinato dal presidente della stessa, il Dottore F. Menichini, che ha ricordato l’amico Guarasci con parole di grande commozione e di grande amicizia. Una grande folla di autorità  e di personalità  ha animato il convegno; tra tutti spiccavano il presidente dell’ordine dei medici della Provincia di Cosenza, il Dott. Corcioni, l’Onorevole Zavettieri, l’Onorevole Rende, l’Onorevole Bassetti, l’Onorevole Mancini, l’Onorevole Tassone, l’Onorevole Gallo, l’Onorevole Perugini, l’Onorevole Occhiuto, il Sindaco Di Cosenza, la Dott.ssa Catizone, il passato Presidente della Provincia A. Acri, i presidi delle Facoltà  di economia, il Prof. De Bartolo e di lettere, il Prof. Crispini, giornalisti di varie testate locali, nonché numerosi dirigenti scolastici di altri istituti, tra cui quelli di Soverato, il preside della scuola media di Colosimi, del Liceo Artistico e del Liceo Scientifico “Fermi” di Cosenza. Tutte queste autorità  hanno ricordato Guarasci con parole di stima, rivolte alla vedova, ma soprattutto agli studenti presenti, per far si che possano fare tesoro di tutto ciò che quest’uomo ha fatto per la propria terra, per promuoverla in tutta la nazione, affinché quei problemi che da sempre l’hanno attanagliata, possano essere risanati, anche attraverso il dialogo con le altre regioni, come la Lombardia, così come ha sostenuto l’Onorevole Tassone. “Grande innovatore, promulgatore di un pensiero attuale, che investiva nei saperi, nella cultura e nella ricerca”, così lo ricorda l’Onorevole Occhiuto. Un convegno ricco di interventi e di parole di amicizia e di profonda stima per Guarasci, uomo politico e di cultura da parte di autorità  che hanno conosciuto personalmente il Presidente, testimonianze dirette quindi, ma anche testimonianze di coloro che lo hanno conosciuto attraverso i racconti dei genitori, la storia ed i libri. Al termine sono state consegnate le borse di studio, sette quest’anno, agli studenti più meritevoli. I premiati sono stati i seguenti alunni: Scarpino Andreina, Cervello Elida, Via Adriana, Fuoco Mary, Bruno Marianna, Strusi Chiara ed Elia Gina. Il Dirigente Scolastico G. De Caro, adoperatasi con grande successo per realizzare questa manifestazione, ha donato al termine, una targa commemorativa alla Signora Gertrude Buffone Guarasci.

 

Livia Gallo

           

 

Nelle foto: alcuni momenti della cerimonia di sabato 2 ottobre.

 

  

 

Chiesa di San Pietro: il sindaco di Rogliano Pietro Oliveti (al centro) assieme ai familiari di Antonio Guarasci. Alla sua sinistra la vedova, Signora Geltrude Buffone Guarasci.

 

 

 

Mons. Giuseppe Agostino celebra la messa in memoria di Antonio Guarasci. Assieme all’Arcivescovo Metropolita di Cosenza-Bisignano, don mario Merenda (a sinistra) e don Santo Borrelli (a destra).

 

 

 

Politici e rappresentanti delle istituzioni salutano la signora Guarasci. Nelle foto: a destra Franco Pichierri. A sinistra Saverio Zavettieri (Assessore regionale alla Cultura).

 

 

 

 

 

Auditorium dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonio Guarasci”: autorità  e rappresentanti del mondo politico, culturale ed accademico calabrese presenti alla consegna delle Borse di studio.

 

        

 

Al tavolo dei relatori sono presenti, tra gli altri, anche il Ministro junior Mario Tassone, il deputato Giacomo Mancini ed il Rettore dell’Unical Latorre.

 

 

 

Pino Miniaci: scultura dedicata ad Antonio Guarasci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com