Rogliano, deturpato il monumento a Donato Morelli

Scritte sciocche sulle sculture in bronzo del manufatto

A Rogliano il patrimonio pubblico è oggetto, ormai, di un volgare quanto stupido accanimento da parte di ignoti che indisturbati continuano a provocare danni, per certi aspetti rilevanti, anche ad oggetti di indiscutibile valore storico, culturale ed affettivo per la comunità  locale.

Fioriere semi distrutte, segnali stradali piegati, panchine rimosse dalla loro sede naturale, alberi spezzati, monumenti deturpati da insensati e volgari graffiti, cordoli di muretto e cestini porta rifiuti staccati, cabine telefoniche mal funzionanti, e così via nel lungo elenco degli atti vandalici perpetrati nel tempo a danno della collettività .

A tutto questo vanno aggiunti pure quelli relativi ad una scorribanda notturna che nei giorni scorsi avrebbe interessato alcune auto in sosta in piazza Morelli, nel cuore del centro storico cittadino.

Una situazione che continua ad indispettire i residenti e che si evolve per mano di persone irriguardose nei confronti del patrimonio pubblico e privato senza che nessuno possa in qualche modo fronteggiare.

Non ultimo il danno provocato alla scultura bronzea posta sul monumento a Donato Morelli, nella villa comunale, che raffigura lo storico incontro tra il Governatore di Calabria Citra e Garibaldi, e allo stesso stemma retrostante della famiglia Morelli

Il manufatto, voluto e realizzato dai roglianesi nei primi anni del Novecento per ricordare una delle figure più illustri dell’Italia meridionale e dello stesso Risorgimento (Donato Morelli, appunto), in questi giorni è stato preso di mira e scarabocchiato in alcune parti da frasi inutili e puerili.

Un gesto scadente, forse ingenuo, dinnanzi al quale, come in altre occasioni, i cittadini sono rimasti increduli e impotenti, ma soprattutto critici verso comportamenti che non rendono onore al grado di cultura e di civiltà  che Rogliano ha saputo produrre nel corso della sua lunga storia e che oggi potrebbe risultare condizionato a causa di pochi scellerati.

 

Gaspare Stumpo

 

Nella foto, in alto: il monumento a Donato Morelli nella villa comunale di Rogliano.

 

 

 

Particolari delle due sculture in bronzo deturpati dagli atti vandalici.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com