Danni del maltempo: scongiurata la chiusura di una piccola azienda di conserve

Da Parenti alcune immagini degli effetti del nubifragio di sette giorni fa

MENTRE si cominciano a monitorare più approfonditamente le diverse aree colpite dal maltempo per l’ottenimento di una prima stima dei danni e per studiare tecnicamente le diverse strategie di intervento relative alla messa in sicurezza del territorio, i nuclei familiari oggetto di provvedimento di sgombero hanno già  trovato collocazione in abitazioni del capoluogo o della località  Balzata maggiormente interessata, ricordiamo, dall’azione del nubifragio. Tra queste vi sono i titolari di una piccola azienda di trasformazione di prodotti tipici. Una delle poche realtà  produttive del comune di Rogliano che da tempo garantisce lavoro a sei persone e che fortunatamente non ha ricevuto provvedimenti di evacuazione. L’attività  della fabbrica è stata sospesa temporaneamente, ma potrebbe ben presto riprendere in vista delle festività  natalizie. Questo periodo resta infatti fondamentale per l’economia agricola ed artigianale di molte aziende del luogo grazie alla raccolta ed alla trasformazione di prodotti autunnali, come ad esempio funghi e castagne, che sul posto abbondano e sono, tra le altre cose, sostanziale fonte di reddito nelle diverse aree rurali. Come in altri posti della regione, l’ambiente naturale del Savuto risulta molto vario nelle sue componenti ed è in grado di garantire ospitalità  e soprattutto una gamma di prodotti  quanto mai variegata che ben supporta il settore dell’alimentazione. Anche per questo gli amministratori locali, dopo l’emergenza dei giorni scorsi, auspicano fortemente un aiuto concreto dello Stato non solo per riparare le ferite del territorio, ma anche per il suo rilancio in chiave produttiva.

 

Gaspare Stumpo

 

gasparestumpo@libero.it

 

 

Nelle foto*: gli effetti del nubifragio di sette giorni fa a Parenti,  dove danni notevoli sono stati registrati oltre che nelle zone rurali soprattutto nel centro storico.

 

     

 

     

 

     *(si ringrazia il giornalista Adriano Guarascio)

 

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com