Firmata la Convenzione per la realizzazione dell’Archivio storico comunale

Rogliano, il progetto troverà  spazio presso la Casa delle Culture

Il Comune di Rogliano ha avviato il progetto per la realizzazione dell’Archivio storico cittadino, che ben presto sarà  di supporto ad attività  di studio e ricerca anche in ambito universitario. Lo ha confermato ieri l’assessore Mario Canino, che nell’occasione ha sottolineato il valore “di una iniziativa – ha detto – che rappresenta un passo importante per il settore della Cultura della nostra città ”. Una convenzione stipulata con la società  cooperativa <Pro Archiviius> consentirà , infatti, il riordino, l’inventariazione, l’informatizzazione e la pubblicazione di importanti documenti di proprietà  comunale, che costituiranno la base per l’Archivio storico locale. Il lavoro, che dovrebbe durare circa un anno, sarà  coordinato dalla dottoressa Vittoria Rosaria Quarta, archivista e ricercatore storico-scientifico. Il progetto dell’assessorato alla Cultura in futuro prevede pure la realizzazione di una sezione <Libri rari> e una ulteriore catalogazione di libri di interesse storico, per i quali esiste grande interesse da parte di studiosi che fanno riferimento anche ad ambienti universitari. L’Archivio verrà  realizzato presso la Casa delle Culture di via Pietro Nicoletti. All’interno della struttura, ricordiamo, a tutt’oggi si trovano la biblioteca (circa seimila volumi, tra i quali una collezione di antichi manoscritti), una videoteca, una emeroteca, una sala multimediale, una sala musica, un ambiente attrezzato per ragazzi ed uno spazio destinato alle associazioni locali. All’interno della Casa delle Culture si trovano esposte, inoltre, opere di artisti roglianesi e gli antichi attrezzi del Museo comprensoriale della Civiltà  contadina. La realizzazione dell’Archivio storico costituirà , pertanto, un ulteriore ed interessante punto di riferimento per storici ed intellettuali, ma anche per appassionati e studenti impegnati in attività  di ricerca.

 

G.S.

 

 

 Nella foto: la sezione Museo della Civiltà  contadina.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com