Questione Ospedale: incontro con il senatore Gentile

Rogliano, si è discusso del futuro del Santa Barbara

Concretizzare gli impegni sul riordino e il rilancio del nosocomio prima che la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale entri nel vivo. E’ stata questa, in sintesi, la richiesta avanzata da amministratori locali e forze sindacali, durante un incontro con i vertici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza che si è tenuto ieri a Rogliano ed a cui ha preso parte anche il senatore Tonino Gentile. L’iniziativa è servita “a fare il punto della situazione” sulle questioni relative al progetto di potenziamento dell’ospedale del Savuto, in particolare su quelle attinenti agli accordi sull’inserimento di nuovi servizi ed apparecchiature all’interno della struttura, non senza prescindere dalla nomina di un primario chirurgo che assicuri urgenze ed emergenze. Di questo si sono fatti portavoce sia il sindaco Pietro Oliveti, sia il resto dei rappresentanti istituzionali e quelli delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Fials ed Fsi. In particolare sono stati chiesti “tempi certi” sulla dotazione delle apparecchiature tecnico-scientifiche, sull’apertura del nuovo reparto di Dialisi, sui lavori relativi al progetto di attivazione del centro di Neuroscienze del Cnr e su quello del nuovo parcheggio esterno. Chieste notizie anche in merito ai fondi del cosiddetto ex articolo 20 per la realizzazione del terzo lotto ospedaliero in cui già  da anni si prevede l’allocazione dei servizi di Lungodegenza e Riabilitazione. “Il Savuto chiede a Gentile garanzie per la tutela del diritto alla salute dei cittadini” è stato sottolineato in più interventi. “E’ giusto che mi si diano delle responsabilità  che mi assumo pienamente” – ha risposto il parlamentare cosentino. Per il senatore di Forza Italia, che nella stessa occasione ha avuto parole di elogio per alcune eccellenze della sanità  cosentina, il problema del S. Barbara “è serio e annoso”. “C’è stata – ha detto – un po’ di trascuratezza verso l’ospedale di Rogliano”. Tonino Gentile, interessato per l’importante veste politica ricoperta, si è detto “soddisfatto della discussione” ed ha auspicato l’avvio da parte dell’Azienda ospedaliera di una “task force che si occupi solo delle priorità  che riguardano il S. Barbara”. Attraverso il Direttore generale Antonio Belcastro, i vertici aziendali, pur non nascondendo ritardi rispetto ai tempi stabiliti per questioni tecnico-buracratiche giustificabili, hanno in ogni caso confermato che tutto ciò che è stato concordato “è stato avviato” ed hanno indicato marzo 2005 come “il mese di snodo” dell’intera situazione, tranne che per il progetto riguardante il Cnr “per il quale si prevedono tempi più lunghi” (il bando di gara per la ristrutturazione dei locali è comunque partito) e per quello dell’ampliamento del nosocomio, che per quanto si è potuto capire sarebbe stato rinviato al prossimo anno. La discussione si era aperta con la relazione del sindaco Oliveti, il quale ha replicato ai recenti attacchi dei dirigenti del centrosinistra cittadino definiti “gente che ha perduto la testa”. Oliveti ha giudicato quello della Gad roglianese un “volantino denigratorio” con critiche “gratuite e grossolane”. “Da un lato – ha spiegato – c’è una Amministrazione ed un’insieme di sigle sindacali che lottano in difesa dell’ospedale, dall’altro, invece, c’è un gruppo di persone che non perde tempo per denigrare”. Oltre ad Oliveti, Gentile e Belcastro, alla iniziativa hanno partecipato e sono intervenuti l’attuale assessore provinciale alle Politiche sociali, Ferdinando Aiello, il sindaco di Parenti, Antonio Riga, l’assessore roglianese alla Sanità , Roberto Tosti, i rappresentanti sindacali Bruno Di Sabatino ed Aurelio Scaglione, l’ex sindaco della città , Pierino Buffone, il Direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Gianfranco Scarpelli. All’incontro è stato presente pure il Direttore amministrativo Luigi Arone.
 
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: Scarpelli, Gentile, Oliveti, Arone e Belcastro.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com