Cede un’altra strada, problemi per raggiungere la Sila via Saliano

Rogliano, ancora problemi alla viabilità  interna

Quest’inverno sarà  ricordato per l’inclemenza delle condizioni atmosferiche, ma soprattutto sarà  ricordato per danni e disagi causati da pioggia, neve e vento in molte aree del comprensorio. Dopo quello della ex SS. 19 nel comune di Marzi, un altro tratto di strada rischia la chiusura al transito almeno dei veicoli più pesanti. Un pezzo della statale che da Rogliano conduce sull’altopiano silano, nelle scorse ore ha subito un cedimento strutturale che potrebbe comprometterne l’utilizzo da parte dei residenti della comunità  di Saliano e dei numerosi automobilisti diretti sull’altopiano silano. Il movimento franoso è avvenuto in un’area di campagna a circa dieci chilometri dal centro storico di Rogliano. Nelle ultime settimane, ricordiamo, pioggia e neve sono state all’origine di frane e smottamenti in alcuni casi particolarmente gravi, come quello che ha interessato il tratto viario della ex SS. 19 compreso tra territori di Marzi e Carpanzano, a pochi chilometri dal fiume Savuto e del sottostante tratto della superstrada a scorrimento veloce Piano Lago – Medio Savuto. Quest’ultimo mai utilizzato. In merito alle nuove emergenze, sul piano istituzionale è stata annunciata una riunione operativa presso l’assessorato provinciale alla Viabilità , che si terrà  il primo marzo prossimo alla presenza di sindaci e presidente della Comunità  montana del Savuto. Per quanto riguarda gli incontri dei giorni scorsi, invece, oltre al nuovo problema che ha riguardato la SS. 19, tecnici ed amministratori della Provincia di Cosenza hanno discusso anche degli eventi franosi che nel novembre scorso hanno interessato la ex SS. 535, la strada di collegamento per Saliano (comune di Rogliano) e ancora la ex SS. 19 nei comuni di Scigliano e Colosimi. “In merito alla ex SS. 535 ed alla strada provinciale Camarda-Saliano – scrive il consigliere provinciale Giuseppe Gallo – sono già  stati affidati a ditte specializzate i lavori per la sistemazione delle due strade che permetteranno in breve tempo di ristabilire la normale viabilità  per il comune di Parenti e la frazione di Balzata”. “Il costo di questi ultimi interventi supera i centomila euro, mentre altri duecentodiecimila euro sono stati impegnati e saranno utilizzati nell’immediato sempre per lavori urgenti sulla ex SS. 535 per Parenti”. “Infine – conclude Gallo – si stanno predisponendo i progetti per la sistemazione della ex SS. 19 nei comuni di Colosimi e Scigliano”. Resta sempre difficile, intanto, la situazione per gli abitanti di Carpanzano, costretti ad affrontare un percorso decisamente più lungo ed articolato per raggiungere la zona di Rogliano. La notizia della chiusura della statale a causa della frana a monte del torrente “Lara” in questi giorni è giunta anche all’interno della grossa comunità  di carpanzanesi residenti a Milano. Quest’ultimi hanno stigmatizzato la prevedibilità  dell’evento. Piove ancora una volta sul bagnato, dunque, per questo centro di poche centinaia di abitanti, lacerato dalla emigrazione, dall’isolamento geografico e dalla mancanza di economie proprie. Un piccolo borgo di provincia che alla luce di quanto accaduto in questi giorni chiede, attraverso le sue istituzioni, di ottenere legittime attenzioni.
 
Gaspare Stumpo
 
Nella foto: il tratto franato della superstrada Piano Lago – Medio Savuto in territorio di Marzi (Cs)
 
 
Gli articoli vecchi si possono trovare utilizzando l’apposito motore di ricerca interna alla voce ricerca articoli

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com