Celebrato il Primo Congresso Provinciale Alai Cisl

Rilanciata la proposta di un grande Piano per il Lavoro in Calabria

Si è svolto nei giorni scorsi il primo Congresso Provinciale dell’Alai Cisl alla presenza del presidente nazionale Ivan Guizzardi, del segretario provinciale Paolo Tramonti e di diversi responsabili delle categorie Cisl della provincia di Cosenza. L’avvenimento, che si è svolto in un noto ristorante della zona, ha visto la presenza dei delegati di alcune categorie di lavoratori atipici, tra i quali lsu ed lpu, interinali, ex Telcal, lavoratori con contratti Co.co.co. Durante il Congresso, al quale hanno partecipato tra gli altri Ugo De Rose (Fps), Tonino Russo (Fai) e Giovanni Gioia (Inas), è stato votato alla unanimità  un documento-tesi contenente punti riguardanti gli spazi di rappresentanza sindacale, la contrattazione, l’aspetto della formazione professionale, le tutele e i nuovi contratti di lavoro. Gli interventi hanno messo a nudo, invece, le forti difficoltà  in alcuni settori produttivi regionali, il crollo di interi comparti, la drammatica situazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità , le problematiche del resto delle categorie di occupati con contratti atipici. Evidenziata anche la questione dello “squilibrio economico tra nord e sud del mondo” ed il “fallimento delle politiche del lavoro” in Italia. Il primo Congresso dell’Alai Cisl ha rilanciato l’importanza di iniziative innovative come una fiscalità  di vantaggio ed un’azione forte di marketing territoriale a supporto dell’impresa, la necessità  di garantire più fondi per la ricerca universitaria, l’impostazione di una nuova politica del credito, ma anche l’esigenza di maggiore contrasto alla criminalità  ed al lavoro nero. Rivendicato anche “un sistema di trasporti più efficiente”. La manifestazione sindacale ha prodotto un interessante dibattito che non ha tralasciato l’aspetto della flessibilità  “positiva quando produce nuove forme di occupazione, negativa quando produce invece nuove forme di precariato”. Molti nell’occasione i lavoratori che hanno illustrato gli aspetti della propria condizione (salariale e contributiva) all’interno degli enti locali “al momento senza prospettive” nei confronti dei quali lavoratori deve esserci “un obbligo morale” a loro difesa. Il Congresso che per la Calabria ha lanciato ancora una volta il progetto di un grande Piano per il Lavoro, alla fine ha eletto delegato al Congresso Provinciale Cisl Mauro Venuleo e al Congresso regionale Alai Romolo Cozza, Francesco Garritano e lo stesso Venuleo.
 
Francesco Lo russo
 
Nella foto: Tramonti, Venuleo e Guizzardi

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com