Oltre quattromila persone alla “Passione di Cristo”

Magistrale interpretazione della rappresentazione scenica a Rogliano
L’evento della Domenica delle Palme ha sancito la definitiva consacrazione della storica rappresentazione roglianese nell’ambito delle iniziative della Settimana Santa in Calabria. Quello dei giorni scorsi è stato un avvenimento dalla portata straordinaria sia per quanto concerne l’aspetto recitativo che per quanto concerne quello coreografico. Una interpretazione magistrale di tutti i protagonisti supportata da una perfetta organizzazione tecnica e scenografica. Oltre quattromila persone provenienti dalle comunità  del comprensorio e dal resto della cintura cosentina hanno assistito alla “Passione di Cristo” per le strade del centro storico di Rogliano. L’iniziativa, promossa dalla parrocchia di San Pietro (parroco don Santo Borrelli) quest’anno ha impegnato circa duecento persone tra attori-comparse, artigiani, professionisti del suono, costumisti e addetti al servizio d’ordine. Un evento che ha visto anche il contributo fattivo dell’Amministrazione comunale, dei vigili urbani e dei carabinieri. Davvero impressionante la cornice di pubblico che ha seguito la realizzazione delle quattordici scene distribuite in un raggio di due chilometri: dall’ingresso trionfale alla Resurrezione del Cristo. Un tuffo nella tradizione culturale e religiosa del posto che ha destato emozione e prodotto commenti positivi all’indirizzo degli organizzatori e della stessa Compagnia Filodrammatica “Vincenzo Gallo” che anche in questa circostanza ha costituito l’anima della manifestazione. Realizzata per la prima volta nel 1983, la “Passione di Cristo” ad oggi, infatti risulta collocata nel tessuto delle tradizioni popolari e di fede del comprensorio della valle del Savuto e della Calabria più in generale. “Un successo che premia un lavoro lungo tre mesi – ha detto il poeta e regista Antonio Simarco –  che conferma sia la bontà  del progetto che si trova inserito in un itinerario culturale e di fede, sia l’aspetto della tradizione teatrale roglianese”. Tra gli attori della Filodrammatica hanno figurato Sergio Vizza (Pietro Apostolo), Danilo Aloe (Pilato), Franca Garofalo (la Veronica), Eleonora Favorito (Maria la Madre di Cristo), Sandro Sottile (Erode). Il Cristo è stato interpretato da Francesco Fuoco.  Le scenografie sono state curate da Franco Di Nardo. La parte audio-tecnica dai fratelli Giuseppe e Gabriele Di Nardo
 
Gaspare Stumpo
 
 
 
Si ringraziano:
 
il giornalista Fiore Sansalone (Direttore editoriale de “La Voce del Savuto) ed il sig. Giovanni Bombino collaboratore dello stesso giornale.
 
Si ricorda:
 
che foto, commenti ed articolo su “La Passione di Cristo” verranno inseriti in un ampia rubrica monotematica sul quindicinale La Voce del Savutoin edicola a fine marzo in tutte le comunità  del comprensorio.
 
 
Nelle foto: alcuni momenti della “Passione di Cristo” per le strade del centro storico di Rogliano (Cs)
 
    
 
    
 
    
 
    
 
    
 
    
 
      
 
     
 
      
 
      
 
      
 
      
 
    
 
      
 
            
 
            
 
        
 
 
 
   
 
 
 
         
 
Il Regista Antonio Simarco                                                      Il Parroco don Santo Borrelli
 
          
 
La grande folla: a Rogliano, per l’occasione, è stato calcolato un numero di oltre quattromila presenze.
 
 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com