“Intitoliamo una piazza u una via a Giovanni Paolo II°”

Malito: lo chiede Donato Pizzuti al sindaco del paese

La figura, soprattutto il pensiero e l’opera di Giovanni Paolo II°, il grande Pontefice scomparso nelle scorse settimane, sono state e saranno, in futuro, punto di riferimento anche nella Valle del Savuto. Da più parti, nel comprensorio, continuano ad emergere (e non solo dal mondo cattolico) sentimenti di gratitudine e ammirazione nei confronti del Papa che ha segnato una tappa importante nella storia del mondo a cavallo di due secoli. Donato Pizzuti, rappresentante del raggruppamento politico <Missione Sviluppo>, in una lettera inviata recentemente al sindaco Mario Guzzo Foliaro, ha chiesto “che una piazza, o una via del centro urbano di Malito, venga toponomasticamente rinominata ed intitolata a Papa Giovanni Paolo II°”. “Il grande Papa – ha scritto Pizzuti – che in un quarto di secolo di pontificato ha insegnato e permesso a tutti gli abitanti della Terra, senza distinzione di religione o colore della pelle, di poter pronunciare la parola Pace”. Questa di Malito è solo una delle prime iniziative provenienti dal mondo politico ed istituzionale della zona attraverso cui viene proposta l’intitolazione di un luogo o di una struttura pubblica a Karol Wojtyla. Per quanto si è saputo, infatti, in più comunità  del Savuto sono molti i cittadini o i rappresentanti di gruppi politici, sociali e culturali che hanno intenzione di avanzare proposte simili a quella dello stesso esponente di <Missione Sviluppo>.
 
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: Donato Pizzuti.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com