Salvatore Magarò in visita nel Savuto

Il neo consigliere regionale ha incontrato alcuni sindaci

l neo consigliere regionale, nelle scorse ore ha incontrato i sindaci di Pedivigliano, Scigliano, Colosimi e Panettieri. Un incontro definito “cordiale” sulle problematiche che interessano il territorio. Territorio nei confronti del quale Salvatore Magarò ha confermato la propria disponibilità  a raccoglierne le istanze, soprattutto quelle provenienti dai cittadini. “In un momento nel quale si avverte l’esigenza di restituire dignità  alla politica – ha detto l’esponente socialista – è necessario ripristinare il giusto rapporto di collaborazione tra gli enti locali e la Regione Calabria che, con il governo di centrodestra, è stata avvertita come un organismo spesso distante e avulso dalle realtà  più decentrate”. Nell’occasione, lo stesso Magarò ha ricordato “l’impegno verso il Savuto” intrapreso, nel quadro della sua attività  parlamentare, dal giovane deputato Giacomo Mancini. L’esponente del Pse ha dichiarato, quindi, di voler “mantenere uno stretto contatto con i sindaci anche attraverso la diffusione di uno strumento informativo che fornisca loro notizie dettagliate sull’attività  del Consiglio Regionale, ma soprattutto sulle opportunità  di occupazione o di finanziamento oggetto di bandi pubblici che assai frequentemente sfuggono agli amministratori locali, disperdendosi tra le pieghe dei termini burocratici non sempre chiari dei Bollettini Ufficiali”. Nell’incontro tra il neo consigliere regionale e i primi cittadini di Pedivigliano, Scigliano, Colosimi e Panettieri, sono state affrontate alcune tra le problematiche più rilevanti che riguardano il comprensorio e che spesso, negli ultimi tempi, sono motivo di cronaca e di aperta discussione. Fra questi, disoccupazione e precariato, quindi, mancanza di infrastrutture, collegamenti e soprattutto di imprenditoria. “Per incentivare gli investimenti anche nei territori del Savuto – concluso Magarò – è necessario che la Calabria esca dall’isolamento e si riavvicini all’Europa. Il Governo Berlusconi nulla ha cambiato. Tocca adesso alle forze dell’Unione dare un importante impulso allo sviluppo dell’area urbana cosentina e al potenziamento delle infrastrutture. Sono convinto che i comuni del Savuto meritano una maggiore considerazione ed è su questi obiettivi che i nostri sforzi devono convergere”. Il tour post elettorale di Salvatore Magarò si è concluso con altri tre incontri avvenuti a Lago, Aiello Calabro e Domanico.
 
Gaspare Stumpo
 
Nella foto: uno scorcio di Lago (foto Comunità  Montana del Savuto)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com