Secca replica di alcuni circoli di Rifondazione Comunista

Savuto: alla nota del consigliere provinciale Reda

Secca replica alle dichiarazioni di ieri di Marino Reda da parte dei segretari dei circoli del Prc di Rogliano, Colosimi, Bianchi, Pedivigliano e Grimaldi, che in una nota delle scorse ore hanno espresso “sconcerto e grande preoccupazione per quanto riportato sulla stampa locale a firma del consigliere provinciale di Rifondazione Comunista”. “Forse non basta una tessera ritirata in tutta fretta a due giorni dalla scadenza del tesseramento a fare un comunista – si legge nel documento – ne tantomeno serve trincerarsi dietro presunte dichiarazioni della minoranza provinciale, di cui non c’è traccia, per poter esprimere liberamente il proprio pensiero”. “Vogliamo ricordare al consigliere Reda – hanno scritto i dirigenti di Rogliano, Colosimi, Bianchi, Pedivigliano e Grimaldi – che la mozione ‘Essere Comunisti’ primo firmatario il compagno Claudio Grassi, ha avuto nel circolo di Rogliano il 100% dei consensi, nel Savuto il 90% e complessivamente ha raccolto in provincia di Cosenza il 60% dei consensi che equivale ad avere una larga maggioranza sia in comitato politico che in direzione e segreteria”. “Ma non è questo il dato che preoccupa in quanto – hanno aggiunto gli interessati – i numeri sono inconfutabili. Quello che ci impone una riflessione è che, a detta di Reda: 1) il programma regionale di Rifondazione Comunista sia dettato da un indipendente (l’on. Masella non è un tesserato); 2) il commissariamento della federazione regionale sia dovuto a contrasti di natura politica legati alla appartenenza ad una area contraria a quella del segretario nazionale”. A giudizio dei massimi dirigenti locali del Prc, dunque, quelle di Reda sono “dichiarazioni gravissime che se corrispondenti al vero costituirebbero veramente l’inizio della fine perché verrebbero meno i principi ispiratori della appartenenza, non a questo o quel documento, ma al partito stesso della Rifondazione Comunista”. “Per questo – hanno concluso i cinque segretari del Savuto – ci appelliamo al senso di responsabilità  del commissario regionale compagno Stefano Zuccherini affinché smentisca quanto espresso dal consigliere Reda e nel contempo lo inviti ad occuparsi di più del territorio che lo ha eletto. Ci sono frane sulle strade che portano a Carpanzano, a Saliano, a Balzata ed il presidente della Commissione viabilità  e trasporti farebbe bene ad occuparsi di questo evitando con le sue dichiarazioni improvvide di mettere in imbarazzo un intero partito”.
 
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: il segretario del Circolo di Rifondazione Comunista di Rogliano, Fernando Sicilia.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com