Malito, consegnato nelle scorse ore il Premio Sabatum

Riconoscimento per i professionisti che si sono particolarmente distinti
L’evento, intitolato alla Memoria di Giacomo Mancini,  si è tenuto presso l’auditorium ‘P. De Rosa’. di Malito. Il  riconoscimento vuole rendere testimonianza ai protagonisti attivi delle arti, della cultura, delle scienze, dello spettacolo e del giornalismo che negli anni, con passione e professione, hanno dato lustro alla terra del Savuto. Nell’edizione di quest’anno sono stati assegnati ventisei premi, tra i quali tre alla memoria di Filippo Lucisano, giovane carabiniere originario di Bianchi scomparso nell’autunno scorso, di Pietro Petrozza, compianto assessore provinciale, figura nobile della politica cosentina, e di Gaetano Cario, editore e giornalista originario di Parenti scomparso in Argentina recentemente, fondatore del periodico ‘La voce d’Italia’. Alla iniziativa hanno partecipato il sindaco del luogo, Mario Guzzo Foliaro, l’onorevole Giacomo Mancini, il presidente della provincia Mario Oliverio, l’onorevole Salvatore Magarò e il professor Eugenio Maria Gallo. I lavori sono stati ncoordinati da Brunella Galli. Alla cerimonia sono stati presenti anche rappresentanti politici, amministratori locali, esponenti dell’associazionismo, uomini di cultura. Il Premio Sabatum consiste in una elegante opera artistica realizzata dai maestri artigiani Telemaco Tucci e Franco Savuto, raffigurante l’antico ponte romano di ‘Sant’Angelo’, meglio conosciuto come il ‘Ponte di Annibale’. La rassegna, promossa dal periodico locale ‘La voce del Savuto’ e dalla Casa Editrice Atlantide di Rogliano in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Malito – assessorato alla Cultura, si è avvalsa del patrocinio di Regione Calabria, Amministrazione provinciale di Cosenza, Comunità  montana del Savuto e di numerose amministrazioni comunali della zona.
 
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: il Premio Sabatum.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com