Rogliano, la I.O.M. licenzia quattro operai

Territorio sempre più in crisi sul piano occupazionale
Prima la cassa integrazione, poi il licenziamento. Quattro operai dell’Industria Ottica Meridionale (I.O.M.), nella mattinata di ieri hanno ricevuto una lettera di licenziamento che purtroppo, assieme alle loro famiglie, d’ora in avanti li pone davanti ad una realtà  piuttosto difficile soprattutto sul piano economico. Evento difficile, la perdita di un posto di lavoro in un’area peraltro depressa come quella del Savuto, rappresenta infatti uno dei momento di disagio più alti sia dal punto di vista professionale, sia dal punto di vista umano ed emotivo. I quattro impiegati della I.O.M., azienda che ha sede a Rogliano e che ha oltre trent’anni di esperienza nel settore degli occhiali, avevano già  effettuato tredici settimane di cassa integrazione, a partire dal primo marzo 2005. “Purtroppo – ha scritto l’Azienda nella lettera – durante tale periodo, nonostante i nostri sforzi non abbiamo trovato altri committenti che ci consentissero l’aumento della produzione”. Ed è proprio connessa alla produzione, più precisamente “alla perdita di una notevole quantità  di commesse” ed alla conseguente necessità  “di procedere ad una riorganizzazione dell’attività  aziendale” la scelta dell’Industria Ottica Meridionale di effettuare i quattro provvedimenti. Una decisione per la quale i dirigenti I.O.M. si sono detti “dispiaciuti” e che ovviamente ha inciso fortemente sullo stato d’animo degli interessati. Gli operai, tutti della zona, hanno fatto sapere che è loro intenzione “contestare il licenziamento” ed annunciato che domani incontreranno i sindacati. Relativamente alla vicenda che li vede coinvolti, i quattro operai licenziati ieri pomeriggio hanno lanciato un appello e chiesto una mano di aiuto alle istituzioni ed alle forze politiche locali, nonché alla stessa Amministrazione comunale di Rogliano.
 
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: Rogliano, scorcio di Viale Antonio Guarasci.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com