Leonardo Citino chiama a raccolta le forze politiche locali

Amministrative 2006: “auspicabile un concreto ritorno ai partiti”
A distanza di due mesi dalle elezioni regionali, a meno di un anno dalle consultazioni per il rinnovo del Consiglio comunale, nel centro più grande della valle del Savuto cominciano a delinearsi i primi movimenti tesi a promuovere progetti per la costituzione di aggregazioni staccate dai riferimenti partitici tradizionali. Trova spazio in tale contesto quello dell’assessore comunale all’Urbanistica, Leonardo Citino, già  vice sindaco nell’attuale Giunta Oliveti, che nelle scorse ore si è fatto promotore di una iniziativa destinata sicuramente a far discutere all’interno degli ambienti politici roglianesi. Citino, dirigente di Forza Italia, vicinissimo alle posizioni dei fratelli Pino e Tonino Gentile, per le Amministrative 2006 ha lanciato la proposta per la stesura di  “programma allargato” con l’eventuale coinvolgimento di forze politiche che fanno riferimento sia al centrodestra che al centrosinistra. “L’effetto Guazzaloca è finito. Per questo – ha spiegato l’assessore – oggi è auspicabile un concreto ritorno ai partiti e, nel nostro caso, ad una solida intesa per la guida e lo sviluppo della città ”. Citino ha giustificato la sua presa di posizione, con connotati trasversali, dicendosi “poco convinto”, al momento, dell’organizzazione e dell’azione, sul piano locale, dei due poli. “Forza Italia – ha concluso – è pronta a discutere e a collaborare”.
 
G.S.
 
 
Nella foto: Leonardo Citino.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com