Rogliano, escalation di atti vandalici nella villa comunale

Il sindaco Oliveti: “d’ora in avanti chi sbaglia paga”
Il Comune di Rogliano ha provveduto ad inoltrare denuncia contro ignoti per la grave e continua serie di atti vandalici perpetrati a danno del patrimonio cittadino. Il reiterarsi di tali episodi continua a provocare, infatti, forte risentimento all’interno della popolazione, nonché danno per le casse comunali e in certi casi serio pericolo per la comunità . Prova ne sono le rotture apportate ai parapetti che delimitano il perimetro della villa comunale con relativa creazione di pericolo per via del vuoto sottostante, soprattutto per i più piccoli che di questi tempi affollano il posto pubblico. Negli ultimi tempi il barbaro accanimento non ha salvato nemmeno alberi, fioriere, monumenti, panchine, cestini porta rifiuti, lampioni, giochi per bambini, e persino elementi murari. Scritte e graffiti rappresentano il completamento di un’opera che oggi appare di pessimo gusto e fornisce la fotografia di uno stato di cose diventato ormai insopportabile anche per i più tolleranti. Una pesante fontanella in ghisa, divenuta inutilizzabile, è stata addirittura rimossa e trasportata a diverse centinaia di metri di distanza dalla sede in cui si trovava collocata. A tutto questo si aggiungono gli sfregi provocati alle strutture scolastiche ed alla segnaletica stradale. Una zona di Rogliano, la villa comunale, nelle ore notturne in particolare, continua ad apparire come una sorta di terra di nessuno. Il sindaco  della città , Pietro Oliveti, ieri mattina ha potuto constatare di persona  quanto avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì. “Certi comportamenti non sono più tollerabili – ha detto – d’ora in avanti chi sbaglia paga”.
 
G.S.
 
Nelle foto: Villa comunale di Rogliano, rotture provocate ad alcuni muretti, panchine e alla fontanella.
 
    

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com