Fausto Nucci: no alle logiche campanilistiche di vecchio stampo

Il neo portavoce dell’Unione interviene nel dibattito politico provinciale
“Giusto convenire che lo sviluppo economico e sociale di una realtà  come la nostra debba assecondare una logica di impostazione razionale ed armonica”. E’ quanto ha affermato in questi giorni Fausto Nucci, neo portavoce del raggruppamento dei partiti che fanno riferimento all’Unione e membro della Direzione provinciale della Margherita. Nucci è partito dalla notizia sulla possibile realizzazione di un distaccamento dei Vigili del Fuoco nell’area del Savuto per stigmatizzare inutili campanilismi presenti in Calabria, spesso riscontrabili nelle rivendicazioni di alcune amministrazioni locali . “Nei giorni scorsi – ha scritto – a proposito della possibile ubicazione di una caserma dei Vigili del Fuoco e di un presidio per il distretto militare, il sindaco di Montalto, dal suo punto di vista, ha polemizzato con il segretario regionale della Margherita Franco Bruno che ne lasciava intravedere la costruzione a sud di Cosenza. A questo punto cosa sarebbe logico aspettarsi: che i sindaci della valle del Savuto insorgessero per affermare le loro ragioni, evidentemente contrarie a quelle di Gravina ed a favore di quelle di Bruno? Ma in Calabria si può andare ancora avanti con la classica guerra tra poveri?”. Secondo il rappresentante dell’Unione “è ora di finirla con logiche municipalistiche di vecchio stampo. Il tempo dei capponi di Renzo, di manzoniana memoria, dovrebbe essere ormai superato”. Nel suo intervento Fausto Nucci ha espresso, quindi, l’esigenza di evitare polemiche “che non fanno altro che allontanare i cittadini dalla politica, preoccupati come sono della loro quasi generale situazione di precarietà ”. “Credo – ha detto – che sia giusto convenire che lo sviluppo economico e sociale di una realtà  come la nostra debba assecondare una logica di impostazione razionale ed armonica. Che tenga conto delle esigenze di tutti, partendo da una visione complessiva dei problemi e dalle vocazioni delle diverse realtà ”. Secondo il portavoce del centrosinistra roglianese “a questo sono preposti, ed hanno il dovere di farlo, istituzioni e presidi di partecipazione e di democrazia, liberamente eletti”. “A loro – ha poi aggiunto – abbiamo concesso la nostra fiducia e loro debbono avere quella visione generale che deve assicurare oculatezza e razionalità , non disgiunte dai pur necessari principi di giustizia e solidarietà , nella scelta di soluzioni appropriate per risolvere problemi grandi o piccoli che siano”. “Forse è bene ricordare – ha concluso l’esponente politico della Margherita – che quando nella nostra regione si litigava per la sede del capoluogo di regione e per l’allocazione della Università  della Calabria, altrove si spartivano la torta più grossa di finanziamenti o di altri strumenti decisivi per lo sviluppo e per la crescita economica della comunità ”.
 
G.S.
 
Nella foto: Fausto Nucci.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com