Rogliano, un Ferragosto molto particolare

Nel centro storico iniziativa dei residenti del quartiere Spani
Quindici agosto 2005, splendida giornata di sole, l’ideale per la consueta e amena scampagnata fuori porta. In zona il top è rappresentato dalle sempre amate sponde del fiume Savuto (quest’anno solo in parte accessibili per via di alcuni crolli causati dal maltempo dei mesi scorsi) e soprattutto dalle aree rurali Manche, Cortici e posti limitrofi, dove, per l’occasione, si sono date appuntamento intere comitive di roglianesi. Meta finale Lorica, immediata località  silana, presa d’assalto in serata per la frescura in riva al lago Arvo e per la caratteristica festa dell’Assunta. A Rogliano, però, qualcuno ha pensato bene di ritagliarsi un Ferragosto tra le mura domestiche, rivalutando il centro storico, aprendo e fruendo di vecchi angoli rionali per un momento di conviviale allegria. E’ il caso di alcuni residenti ed emigrati del quartiere Spani, che si sono ritrovati per la festa d’agosto nel vicolo attiguo all’antico Palazzo del Canonichino. Un ‘luogo della memoria’ che nelle scorse ore ha fatto da suggestiva cornice alla iniziativa ferragostana. Enzo Scalzo e company, con il fattivo contributo di mamme e consorti, hanno preparato e consumato un variegato menù di pietanze della tradizione locale, arricchito dall’immancabile grigliata e dal noto vino Savuto. Odori e sapori che per l’intera giornata hanno fatto la gioia di adulti e bambini, richiamando, nel primo pomeriggio, anche ospiti e curiosi. Una bella occasione di amicizia e divertimento che da queste parti hanno già  promesso di riproporre.
 
Gaspare Stumpo
 

Nella foto: la festa di Ferragosto nel quartiere ‘Spani’ di Rogliano.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com