Rogliano, Incarnato incontra gli amministratori del Savuto

Su proposta del parlamentare Giacomo Mancini
Per il Savuto è tempo di pretendere le giuste attenzioni e nello stesso tempo di rivendicare il diritto ad ottenere investimenti mirati nel settore delle opere pubbliche. A fonte di un ritardo storico, lenito solo per breve tempo dal miraggio di possibili nuovi progetti di industrializzazione, la questione dello sviluppo è ritornata alla ribalta a causa di un nuovo processo di involuzione in più settori della produzione con conseguente perdita di posti di lavoro e infasuste prospettive per il futuro. Un trend negativo che da più mesi sta minando la già  debole economia di un territorio costretto a fare i conti con nuove forme di povertà  e precariato, e soprattutto con la ripresa di una forte emigrazione che ha già  privato le comunità  locali di numerose maestranze e giovani intelligenze. Ad oggi, infatti, allo sfascio economico e sociale continuano ad aggiungersi le continue emergenze ambientali e la sempre più carente situazione delle infrastrutture, soprattutto quelle viarie, che risultano ormai vecchie e superate rispetto alle esigenze civili. In questo contesto una delle poche soluzioni progettuali pensate e avviate per garantire moderne forme di collegamento e una prima uscita dall’isolamento per alcune realtà  interne, ovvero la strada a scorrirmento veloce Piano Lago – Medio Savuto, non solo ha prodotto tempi biblici e polemiche nell’ambito della costruzione di un lotto di pochi chilometri, ma al momento non risulta nemmeno utilizzabile per il tratto realizzato fino a Carpanzano. Il deputato Giacomo Mancini più volte e per diverse situazioni ha riportato in sede parlamentare la questione del Savuto, facendosi portavoce, da qualche mese a questa parte, delle istanze locali anche presso il nuovo Governo regionale. E’ nata da questo impegno la richiesta dell’incontro promosso ieri pomeriggio nella sede della Comunità  montana con l’assessore regionale Luigi Incarnato, al quale, oltre alla presidente Anna Aurora Colosimo e allo stesso Mancini, hanno partecipato il consigliere regionale Salvatore Magarò, il presidente dell’Anci Calabria, Francesco Iacucci, sindaci e amministratori dei comuni della zona. “Dopo anni di disattenzione e di disinteresse dei governi regionale e nazionale – ha detto Mancini – finalmente abbiamo la possibilità  di dare ruolo e prospettiva a questo territorio. La presenza e gli impegni formali assunti dall’Assessore ai Lavori pubblici della Calabria rappresentano un segnale incoraggiante”. “Fin da subito – ha spiegato il parlamentare – saranno affrontate le esigenze dei singoli comuni che da troppo tempo sono costretti a sopportare gravi emergenze. Poi, insieme a tutti i sindaci, si definiranno le grandi progettualità  strategiche”. L’obiettivo – ha sottolineato ancora Mancini – è quello di realizzare una moderna rete che potenzi i collegamenti tra il Savuto e Cosenza, che offra un nuovo sbocco per tutta l’area urbana verso il basso Tirreno e che definisca efficienti infrastrutture viarie e ferroviarie sulle direttrici di Lamezia e Catanzaro. La sfida è molto ambiziosa: il Savuto la vincerà  se avrà  il pieno sostegno della nuova Giunta regionale e la concordia e la condivisione degli amministratori locali”. Per Luigi Incarnato invece “venire sul territorio significa prendere contatto diretto con i sindaci che fino ad oggi non hanno avuto mai una interlocuzione con la Regione Calabria”. Per l’assessore, in una regione ricca di emergenze si tratta di “attuare la politica dell’ascolto, capire i problemi e orientarli in una logioca di programmazione” cominciando ad “utlizzare le risorse per le cose possibili evitando gli sprechi” e coniugando le potenzialità  derivanti da artee ambiente con le innovazioni tecnologiche. “Il Savuto – ha affermato Incarnato – può offrire servizi all’Area urbana di Cosenza, promuovendo una politica di recupero dei centri storici e realizzando un buon sistema di trasporti”. All’incontro ha presenziato una grossa delegazione di cittadini di Carpanzano che hanno sollecitato ancora una volta l’attenzione delle sitituzioni sulla costruenda strada Piano lago – Medio Savuto.
 
Gaspare Stumpo
 
Nelle foto: alcuni momenti dell’incontro con l’assessore regionale Luigi Incarnato.
 
  
 
  
 
  
 
***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com