Ospedale ‘Santa Barbara’: chirurgia articolare all’avanguardia

Attività  ultraspecialistica nel settore della medicina artroscopica
E’ ormai una realtà  e per questo un punto di riferimento altamente qualificato anche per la medicina sportiva. L’ambulatorio di Chirurgia artroscopica diretto dal professor Ermes Giuzio, in questi mesi ha garantito un contributo importante nell’ambito del programma di riordino e rilancio del nosocomio cittadino. Oggi, infatti, il ‘Santa Barbara’ di Rogliano è in grado fornire risposte nel settore dell’artroscopia del ginocchio e della spalla sia per quanto riguarda l’utenza ordinaria che per quella legata alle diverse discipline sportive. Gustavo Tolotti, atleta con un passato nella Viola Reggio Calabria, attualmente in forza al Basket Catanzaro, nei giorni scorsi è stato sottoposto ad un intervento di chirurgia artroscopica al ginocchio sinistro. L’ambulatorio di ortopedia con attività  ultraspecialistica, ricordiamo, dalla primavera 2005 è diretto dal professor Ermes Giuzio, che si avvale del supporto dell’equipe della divisione di Chirurgia generale diretta dal professor Lucio Aiello e dell’equipe del servizio di Day Surgery diretto dal professor Lucio Formisani. In passato, Giuzio ha seguito i noti calciatori Lentini, Guidoni ed Esposito. Quella del settore della medicina artroscopica è una iniziativa altamente qualificata che tende a far venire meno l’emigrazione regionale con forte riduzione di costi e contenimento del periodo di ospedalizzazione. Un fatto importante per la struttura sanitaria locale e per l’intera Azienda ospedaliera di Cosenza, dal quale può trarre vantaggio l’intero territorio regionale. Nasce in questo contesto il documento dei sindaci dei comuni della valle del Savuto, dei primi cittadini di Rende, Mendicino, Cerisano, Rovito e del rappresentante del comune di Cosenza, indirizzato all’assessore regionale alla Sanità , Doris Lo Moro, sottoscritto recentemente in ordine al progetto di ‘Chirurgia Articolare’ che mira all’apertura di una Unità  di Chirurgia Articolare presso il presidio ospedaliero roglianese, con l’obiettivo di garantire “interventi e terapie relative alle patologie articolari traumatiche, degenerative ed infiammatorie, con interventi di chirurgia mini-invasiva e terapie riabilitative” – che una volta istituito si avvarrebbe di importanti collaborazioni tecnico scientifiche. “Un servizio importante – ha detto il sindaco Pietro Oliveti – che vogliamo e dobbiamo fornire al nostro territorio, che rientra in quel progetto di riordino della sanità  del territorio cosentino, di cui rappresenta il primo passo. Un progetto su cui intendiamo, cittadini e sindaci, lavorare e che intendiamo sostenere”.
 
G. S.
 
Nella foto: l’ospedale di Rogliano.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com