“Quel giorno assieme a Sergio Chiatto c’ero anch’io”

Carmine Garofalo ricorda la prima laurea dell’Unical
Rompe il silenzio dopo trent’anni non per presunzione e non per fare polemica, ma per ricordare che in quel 17 luglio di trent’anni fa ad Arcavacata, alla prima sessione di laurea nella storia del campus c’era anche lui (come riferito dal Quotidiano della Calabria nell’edizione di lunedì). «Sergio Chiatto ed io fummo i primi due laureati in assoluto della storia dell’Università  della Calabria». Nella giornata che ha segnato l’inaugurazione del 34° Anno Accademico, Carmine Garofalo, roglianese, vuole chiarire l’aspetto. E’ vero che Chiatto fu chiamato per primo a discutere la tesi, ma per Garofalo il rispetto dell’ordine cronologico avrebbe poca validità  rispetto ai seicento iscritti dei quattro anni precedenti. Per dimostrare tutto questo Carmine Garofalo, che ha 53 anni e dopo un periodo di permanenza in Lombardia oggi lavora in Calabria come funzionario del Ministero delle Finanze, ha rispolverato numerosi quotidiani del 18 luglio 1976 convinto di poter dimostrare le sue convinzioni. Solo il caso (o l’ordine alfabetico) ha voluto che a Chiatto andasse la pergamena di laurea numero 1. Qualche minuto di differenza che non può eliminare dagli annali la performance di Garofalo, che ha raccontato ieri davanti all’aula magna la storia della sua dedizione allo studio, durata tutta una vita. A partire da quell’afoso pomeriggio di luglio, attraverso due master (uno alla Bocconi, l’altro a Napoli), prima del ritorno in Calabria.
 
Gaspare Stumpo
 
Nella foto in alto: Carmine Garofalo.
 
Sotto: ritagli di quotidiani del 18 luglio 1976.
 
 
  
 
  
 
 
La prima pagina de Il Giornale di Calabria del 18 luglio 1976.
Si riconoscono Carmine Garofalo (a sinistra) e Sergio Chiatto (a destra), i primi due laureati dell’Università  della Calabria
 
***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com