Proposta di legge in materia di diritti dei cittadini

E’ stata presentata dal consigliere regionale Salvatore Magarò

Salvatore Magarò, consigliere regionale della Rosa nel Pugno e presidente della V Commissione Riforme e Decentramento ha presentato una proposta di legge in materia di diritti dei cittadini e controllo sulla qualità  dei servizi e delle prestazioni sanitarie. Si tratta di un provvedimento che istituisce in ciascuno dei rispettivi ambiti territoriali delle Aziende Sanitarie e delle Aziende ospedaliere, il Comitato Consultivo Misto Aziendale che ha il compito di verificare e valutare la qualità  dei servizi dal lato degli utenti, vigilando tra l’altro sulla idoneità  delle metodologie aziendali e sanitarie, sulla pulizia degli spazi, sul grado dell’ospitalità . La proposta di legge istituisce due livelli di partecipazione e di verifica: uno locale ed uno regionale. Per quanto riguarda il primo, in ciascuna Azienda sanitaria locale ed ospedaliera della Calabria, viene istituito il Comitato Consultivo Misto composto da cittadini organizzati nelle associazioni di volontariato e di difesa dei diritti degli utenti, da rappresentanti delle stesse Aziende e da esperti della qualità  dei servizi e della informazione. I Comitati hanno il compito fondamentale ed innovativo di verificare la corrispondenza dell’attività  assistenziale agli indicatori di qualità  fissati a livello governativo, centrale e regionale, ma anche la possibilità  di creare nuovi e diversi indicatori in sede locale, tenendo conto delle peculiarità  dei singoli territori. Propongono inoltre all’Azienda le modalità  di raccolta e di valutazione degli eventuali segnali di disservizio. A livello regionale viene istituito presso l’Assessorato Regionale alla Sanità  il Comitato Consultivo Regionale per la qualità  dei servizi sanitari dal lato del cittadino che ha funzione consultiva in relazione agli obbiettivi di miglioramento della qualità  dei servizi sanitari e propositiva per tematiche di interesse regionale inerenti la medesima materia e che svolge inoltre funzioni di collegamento tra il livello regionale e l’attività  dei Comitati Consultivi Misti Aziendali, con particolare riferimento alle attività  di informazione e comunicazione per la salute; di umanizzazione e personalizzazione del rapporto utente-struttura sanitaria; di partecipazione e tutela dei diritti dei cittadini; di accessibilità  ai servizi sanitari; di continuità  dei percorsi assistenziali; di corrispondenza delle prestazioni sanitarie agli indicatori di qualità . Il Comitato Consultivo Regionale per la qualità  è presieduto da un proprio componente eletto nella seduta di insediamento ed è composto da rappresentanti dei Comitati Consultivi Misti Aziendali; da rappresentanti del Sistema Sanitario Regionale che abbiano maturato esperienza nella organizzazione e qualità  dei servizi; da un rappresentante del sistema sanitario privato (AIOP); dal referente regionale per la Carta dei servizi Regionale; da un referente individuato dall’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali.
 
***
 
Nella foto: Salvatore Magarò durante un recente intervento.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com