Sa – Rc: potenziare la segnaletica permanente

Savuto: dopo gli ultimi incidenti si riapre il dibattito
La sequela di disgrazie avvenute a pochi giorni l’una dall’altra, ha riaperto il dibattito sulla sicurezza nei tratti compresi tra gli svincoli di Cosenza sud, Rogliano, Grimaldi e Falerna. In poche parole su alcuni tra i punti più difficili dell’arteria calabrese, al confine tra il territorio del capoluogo bruzio, il Savuto e l’area del lametino. Nella settimana scorsa, ricordiamo, in due incidenti avevano perso la vita sei persone. In un terzo, nel quale è stato coinvolto pure un pullman, fortunatamente non sono state registrate vittime. La terribile sequenza di morte sull’unica autostrada della regione, in questi giorni ha riacceso la discussione sulla necessità  di migliorare ulteriormente le misure a sostegno della sicurezza, in particolare quelle legate alla informazione ed alla prevenzione. Il più delle volte, infatti, i sinistri su questa parte di A3 sono avvenuti a causa delle cattive condizioni atmosferiche. Pioggia e nebbia accostate all’alta velocità  o a qualche distrazione di troppo, sono risultate spesso fatali a diversi conducenti e passeggeri. Gli incidenti dei giorni scorsi sono il sintomo che proprio in certi contesti qualcosa, forse, sembra non andare per il verso giusto. Che sicuramente non è da addebitare all’Ente gestore, che grazie all’impegno dei suoi uomini, anche in queste ultime circostanze ha svolto un ruolo molto importante sul piano operativo. Il potenziamento del sistema legato alla segnaletica permanente, in particolare a quella luminosa da attivare in situazioni di criticità , potrebbe essere, allora, un primo ed importante obiettivo da perseguire. E se in questo senso i problemi restano legati alla mancanza di fondi è necessario, però, che le istituzioni, ognuna per le proprie competenze, si attivino al più presto, senza attendere altre sciagure. Quella relativa alla sicurezza sulla Salerno – Reggio Calabria, in questo tratto collinare a cavallo tra la provincia di Cosenza e quella di Catanzaro, comincia a delinearsi, infatti, come una nuova battaglia di civiltà  a garanzia della incolumità  di chi ogni giorno vi transita e soprattutto, in nome di quanti, sfortunatamente, vi hanno perso la vita.
Gaspare Stumpo
 
 
Nella foto: lo svincolo di Rogliano.
 
 
 Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria – Ed. Cosenza e Provincia.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com