Alternanza studio-lavoro: alunni dalla scuola alla bottega

    

Progetto pilota dell’Istituto “A. Guarasci” di Rogliano
Il mondo della scuola cambia e si adegua a nuove esigenze e tendenze, aprendo la strada ai mestieri, in particolare a quelli artistici, puntando sulla formazione, ma anche sulla ricerca storica e il recupero della memoria. Nell’ambito dei provvedimenti che regolano i percorsi su “Alternanza Scuola – Lavoro” relativi alle nuove norme sull’istruzione che in Italia interessano il sistema licei, un posto importante è occupato dal programma messo a punto dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonio Guarasci”. Programma che coinvolge i giovani studenti in esperienze formative collegate al mercato del lavoro, unendo la parte teorica d’aula a quella più squisitamente pratica di laboratorio. L’iniziativa, pluriennale, ha come tema l’artigianato come ripristino delle ‘Botteghe Artigiane”. Nel Savuto, ricordiamo, in particolare nell’area roglianese, da tempo operano alcuni artigiani. Rinomato, tra questi, il maestro Tullio Falvo, da quarantacinque anni impegnato nella produzione di ceramica d’arte, con un curriculum di tutto rispetto che gli è già  valso un posto di rilievo tra i maggiori esponenti in Italia di questo settore. Il progetto dell’Istituto Unico d’Istruzione Superiore roglianese (dirigente scolastico, prof.ssa Gilda De Caro), consente l’acquisizione di crediti scolastici e attestati di qualifica. Esso coinvolge 18 tra ragazzi e ragazze, nella realizzazione di oggettistica varia. In particolare, gli alunni del “Guarasci” hanno riprodotto in scala un’opera in ceramica (presepe) mediante lo studio dei volumi, quindi una serie di piastrelle in rilievo a scansione numerica. L’attività  del maestro Tullio Falvo, per la quale è in arrivo pure un marchio di garanzia, comprende la creazione e l’esportazione in tutto il mondo, Cina compresa, di oggetti finemente lavorati a mano nei cui elementi compositivi trovano sintesi tempo, cultura, arte e storia. Tra questi, la famosa rappresentazione del Brigante Calabrese. E’ lo stesso Falvo a coordinare le fasi del progetto nella parte legata allo stages aziendale. Il figlio Luca, invece, una laurea in storia dell’arte, dirige, in qualità  di tutor, la parte teorica nella scuola. Una bella e coinvolgente esperienza, che negli alunni del Savuto sta mettendo in mostra abilità  e fantasia.
 
Gaspare Stumpo
 
 
 Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria – Ed. Cosenza e Provincia.
 
 
 
Nelle foto: gli alunni dell’Istituto “Guarasci” di Rogliano durante l’esperienza di laboratorio.
 
 
  
 
  
 
  
 
  
 
  
 
  
 
(Il maestro Tullio Falvo guida il lavoro degli studenti)
 
  
 
  
 
  
 
  
 
  
 
  
 
(La visita della Preside Gilda De Caro e di altri docenti della scuola)
 
  
 
  
 
***
 
 
 
(Il maestro Tullio Falvo ed il figlio Luca con lo stilista Santo Versace durante un evento a Rogliano)
 
 
 
 
 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com