Rogliano, gruppi diocesani alla Veglia di Pentecoste

Presente anche l’Arcivescovo mons. Salvatore Nunnari
SI E’ SVOLTA presso la Chiesa di san Pietro (parroco don Santo Borrelli) con la partecipazione di diverse associazioni (Azione Cattolica, Agesci, Rinnovamento nello Spirito, Neocatecumeni), l’annuale Veglia di Pentecoste. La funzione è stata presieduta dall’Arcivescovo Salvatore Nunnari alla presenza di altri sacerdoti e religiosi della Diocesi Cosenza-Bisignano. “La Torre di Babele – ha spiegato l’alto prelato – è stata distrutta dalla venuta dello Spirito Santo”. E rivolgendosi ai giovani: “voi siete la nuova generazione. Siete i figli dello Spirito Santo. Sarà  Pentecoste nella Chiesa se voi giovani lo vorrete”. I temi dell’accoglienza e della responsabilità  sono stati al centro dell’incontro di preghiera, che si è tenuta in un clima di grande partecipazione. “Non più steccati ma incontro – ha ricordato il monsignore. La Chiesa di Dio è vigna per tutti gli operai”. E ancora: “non c’è libertà  senza responsabilità ”. L’Arcivescovo ha concluso il suo intervento appellandosi ancora una volta alle nuove generazioni. “Non stancatevi – ha detto. Il vostro cuore e la vostra mente siano il luogo dell’accoglienza”. La veglia di sabato è stata anche meta finale della ‘Route di Pentecoste’ promossa dagli Scouts Agesci della zona cosentina. Centocinquanta ragazzi dei gruppi Cosenza 1, Cosenza 2, Cosenza 4, Cosenza 5, Castrolibero 1, Celico 1, Mendicino 1, Rende 1, Rende 2, Rende 3, Rogliano 1 e Sartano 1, assieme ai loro capi hanno raggiunto a piedi il Savuto seguendo alcuni sentieri di campagna, con partenza dalla città  dei Bruzi, tappe intermedie Dipignano, Paterno Calabro, Piano Lago e arrivo a Rogliano. Anche l’evento scouts, attraverso il metodo che è tipico dell’associazione, si è basato essenzialmente sui temi dell’accoglienza, della responsabilità , dell’essenzialità  e della progettualità . Alla Veglia di Pentecoste hanno partecipato pure l’assistente diocesano dell’Agesci, don Enzo Gabrieli ed il parroco di Santa Teresa in Cosenza, don Saverio Spadafora. Quest’ultimo festeggerà  i suoi cinquant’anni di sacerdozio il 23 dicembre 2006. Don Saverio è stato ordinato sacerdote proprio nella chiesa roglianese di san Pietro. L’annuncio è stato accolto con un grande applauso dai fedeli.
 
Gaspare Stumpo
 
 
 Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria – Ed. Cosenza e Provincia.
 
 
Nelle foto: alcuni momenti della funzione religiosa nel Duomo di Rogliano. 
 
      
 
 
 
     
 
***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com