Catanzaro: accordo Regione – Sindacati

Precari: dal 1° agosto partono le 30 ore settimanali

 

Lpu – Lsu: dal 1° agosto si parte con le trenta ore settimanali. Questo uno dei termini dell’accordo sottoscritto tra il vice presidente della Giunta regionale, Nicola Adamo, e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, rappresentate da Vera Lamonica (Cgil), Domenico Zannino (Cisl) e Roberto Castagna (Uil). L’iniziativa si è tenuta nella giornata di ieri a Catanzaro, nella sede del Governo regionale, davanti alla quale, anche in questa circostanza non è mancato il presidio di diverse centinaia di lavoratori provenienti dall’area cosentina e dalle zone del Savuto, della Sila, della pre Sila e del Pollino. Nel complesso, l’incontro è servito a fare il punto sul processo di stabilizzazione ed integrazione oraria dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità del Bacino calabrese. Oltre all’autorizzazione agli enti per l’applicazione dell’integrazione delle attività fino a trenta ore settimanali dal prossimo primo agosto, Regione e Sindacati hanno concordato l’attivazione delle iniziative amministrative necessarie “affinché le erogazioni delle indennità (sussidi e integrazioni) avvengano mensilmente e con scadenza puntuale a partire dal 31 agosto 2006” – l’impegno, sempre da parte della Giunta regionale “ad avviare la concertazione entro il 15.08.2006 sui programmi di stabilizzazione e sulla proposta di legge per l’istituzione dell’Agenzia regionale per la prevenzione del rischio” – l’impegno immediato della Regione e delle organizzazioni sindacali “a richiedere congiuntamente un tavolo presso il Governo nazionale per affrontare strutturalmente i problemi connessi al processo di stabilizzazione definitiva” dei precari, l’impegno a richiedere agli enti utilizzatori, entro dieci giorni “la domanda per l’ottenimento degli assegni familiari da parte degli aventi diritto” e “a provvedere entro un mese dalla data di pubblicazione sul Burc della legge di assestamento del Bilancio ad erogare gli assegni familiari correnti”. Nel documento firmato a Catanzaro con i rappresentanti delle tre sigle sindacali, il Governo regionale si è impegnato, inoltre, entro il 31.07.2006 a provvedere “alla registrazione dei decreti di fuoriuscita volontaria, autolavoro e all’approvazione delle graduatorie degli enti utilizzatori per la stabilizzazione dei lavoratori in base al Bando 2004”.  Questi, dunque, i contenuti del verbale di riunione diffuso al termine dell’incontro che ha visto presenti, tra gli altri, anche il dirigente generale della Presidenza, Franco Petramala, i dirigenti dell’assessorato al Lavoro, Rosanna Squillacioti e Giuseppe Riitano, il funzionario di Dipartimento, Giuseppe Mancini.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nelle foto: il presidio dei precari davanti alla sede di via De Filippis.

 

 

 Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com