Comunicato Stampa dei Partiti di Allenza Nazionale e Forza Italia

Dura reazione dei partiti di Alleanza Nazionale e Forza Italia alle decisioni assunte dalla maggioranza durante i primi mesi di legislatura.
I partiti di Alleanza Nazionale e Forza Italia esprimono sdegno e preoccupazione per la superficialità dimostrata dall’Amministrazione comunale di centrosinistra durante l’ultimo Consiglio comunale di sabato scorso. Stigmatizziamo, in particolare, la mancata istituzione dell’unica commissione a garanzia della minoranza prevista per legge, quella per la verifica dello stato di attuazione del programma, la cui presidenza spetta alla stessa minoranza consiliare. Non possiamo non denunciare all’opinione pubblica la sfrontatezza della maggioranza guidata dal sindaco Giuseppe Gallo, che ha dimostrato di non voler tener in nessun conto il principio di continuità amministrativa, annullando atti e delibere dell’Amministrazione precedente, esponendo il Comune al rischio di incrementare i contenziosi, pur di mantenere fede alle promesse clientelari fatte in campagna elettorale. La compagine di governo dell’Unione, ignorando la diffida notificatale prima dell’inizio del Consiglio, ha annullato l’elezione dei Revisori dei Conti, i quali hanno già provveduto ad istruire le pratiche per chiedere un consistente indennizzo al Comune. Tutto ciò ignorando che il provvedimento annullato ha già prodotto effetti sulla sfera giuridica dell’Ente. Ma non è tutto. I nuovi amministratori hanno proceduto all’annullamento di una determina del dirigente del settore tecnico che assegnava i lotti cimiteriali non già per venire incontro alle legittime esigenze dei cittadini, ma solo perché un loro consigliere era rimasto escluso dall’elenco degli assegnatari. Infine, la spesa prevista per il completamento dei giardini della Casa della Cultura è stata stornata lasciando l’opera incompleta, e la cifra ricavata verrà ora spesa per la ristrutturazione dei nuovi uffici del sindaco, opera necessaria per alcuni motivi, ma che, evidentemente, nei programmi dell’Unione ha la priorità sulla valorizzazione della Casa delle Culture che negli ultimi giorni è stata trasformata in una “Casa delle Colture”, visto che nell’area destinata al giardino sono state impiantate, non si sa bene da chi, colture e ortaggi vari. Probabilmente la nuova Giunta ha deciso di avviare un piano di promozione dell’agricoltura! Dopo poche settimane dall’insediamento della nuova Amministrazione comunale il quadro è assolutamente desolante viste le prime, sconcertanti, iniziative messe in atto. A fronte di questo irresponsabile modus operandi non possiamo che assicurare ai nostri concittadini che faremo un’opposizione durissima se sarà necessario a salvaguardare gli interessi del paese. Intanto nell’ultimo consesso civico il gruppo consiliare “An-Fi” ha chiesto un Consiglio comunale sul tema dell’Area urbana di Cosenza per chiarire il ruolo di Rogliano nel progetto, considerato che il presidente della Provincia Oliverio continua a parlare di Area urbana con tutti (sindaci di Castrolibero, Cosenza, Rende, Rossano, Corigliano ecc. ecc.) tranne che con i comuni del Savuto. Inoltre, visto che si è appreso che i vertici dell’azienda ospedaliera non hanno rinnovato il contratto al prof. Ermes Giuzio, eccellente professionista che opera presso l’Ospedale civile Santa Barbara di Rogliano, vorremmo sapere quali iniziative intende intraprendere l’Amministrazione comunale per scongiurare il nuovo tentativo di ridimensionare il nosocomio locale. Perciò chiediamo che venga indetto, prima possibile, un Consiglio comunale aperto sull’argomento, coinvolgendo soggetti politici, istituzioni, sindacati, vertici aziendali e cittadini. Non possiamo non ricordare la solerzia e la caparbietà con cui il centrosinistra locale, quando era all’opposizione, si soffermava sulle vicende relative al nostro ospedale, talvolta con toni apocalittici (ricordate il manifesto intitolato “L’Ospedale chiude”?), mentre il centrodestra si batteva per difendere il presidio attraverso un intenso impegno istituzionale coronato dal potenziamento dello stesso nosocomio. Siamo sicuri che l’accoppiata Lo Moro-Pelaia targata Democratici di Sinistra non abbia la meglio sui nostri disinvolti amministratori? L’Amministrazione Gallo intende assecondare le perverse intenzioni dei propri referenti politici provinciali e regionali acconsentendo di nuovo, dopo lo scippo del reparto di Ostetricia e Ginecologia, al ridimensionamento del Santa Barbara? An e Fi non staranno a guardare. Siamo pronti a mettere in atto qualsiasi tipo di iniziativa, anche estrema, per difendere il presidio ospedaliero locale. Rogliano, 18 luglio 2006
Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com