L’Azienda Ospedaliera ringrazia il prof. Ermes Giuzio

Intervento del Direttore Generale dott. Cesare Pelaia

 

I risultati ottenuti durante un anno di attività altamente qualificata che ha consentito al presidio ospedaliero ‘Santa Barbara’ di porsi come un punto di eccellenza della sanità calabrese nel settore dell’artroscopia della spalla e del ginocchio, hanno rappresentato un fatto importante. Il progetto di collocazione di un ambulatorio di Ortopedia con attività ultraspecialistica all’interno del nosocomio cittadino, è stato una delle più importanti intuizioni rispetto alle attese sul riordino e sul potenziamento della maggiore struttura sanitaria del Savuto. In un documento diffuso nella giornata di ieri, il cui contenuto s’inserisce nel dibattito avviato localmente sia in sede politica, che amministrativa, i vertici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza hanno espresso “vivo apprezzamento ed un sentito ringraziamento al dottor Ermes Giuzio per il servizio qualificato, finora svolto presso il presidio ospedaliero S. Barbara di Rogliano”. Nella nota, la Direzione aziendale ha colto anche l’occasione per ribadire che “in futuro, non è esclusa la ripresa di avvalerci della competenza di un così illustre e valido professionista”. “Fa piacere registrare – ha scritto il direttore generale Cesare Pelaia – l’attenzione che alcune forze politiche locali hanno prestato e prestano ai problemi della sanità e della nostra Azienda in particolare”. “Reputiamo importante – ha aggiunto – la collaborazione, le sollecitazioni e la partecipazione di tutti in un settore particolare, quale quello della salute pubblica, purché la presenza sia dettata dalla volontà di contribuire alla realizzazione di un sistema equilibrato, atto a soddisfare la corretta domanda di salute”. “All’interno dell’Azienda Ospedaliera – ha spiegato ancora Pelaia – esistono validi professionisti capaci di assicurare, con altrettanta competenza, le prestazioni finora erogate presso il presidio ospedaliero S. Barbara, ed un Management attento deve, prioritariamente, utilizzare e valorizzare le proprie risorse interne, anche in considerazione della necessaria ed opportuna attenzione che ogni Amministratore pubblico scrupoloso deve porre, per garantire un razionale utilizzo delle risorse pubbliche, che evitino le troppe ‘falle’ nei bilanci delle Aziende”. In ultimo, il direttore generale dell’AO cosentina si è soffermato sul cosiddetto atto aziendale, attraverso il quale “ridisegneremo – ha detto – il sistema ospedaliero e, attraverso opportuni investimenti, rilanceremo l’Azienda nel suo complesso e, quindi anche il nosocomio di Rogliano, per non lasciare questo territorio impreparato rispetto alle sfide scientifiche e tecnologiche e per assicurare l’affidabilità delle strutture, la sicurezza dei pazienti e degli operatori, per tutelare l’immagine di questa Azienda, e, soprattutto, per garantire i diritti dei cittadini: pazienti ed operatori sanitari”.

 

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: il presidio ospedaliero S. Barbara di Rogliano.

 

 

 

 

 Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com