Seconda edizione di ‘Festivalle’ a Grimaldi

Sabato 12 agosto anche Teresa De Sio in Concerto

 

Riscoprire la dignità di un popolo e di un territorio, quello del Savuto: a questo aspirano manifestazioni come quella che Grimaldi si appresta ad ospitare nei giorni 11, 12 e 13 agosto, il Festivalle. È quello che ne pensa Anna Aurora Colosimo, presidente della comunità montana del Savuto, ente organizzatore dell’evento. «Alla tendenza a lasciar cadere nel dimenticatoio tradizioni proprie della nostra terra» dichiara Colosimo nella conferenza stampa di presentazione dell’evento «da un po’ di tempo si è sostituita quella opposta, volta alla loro riscoperta, e le istituzioni hanno appunto il dovere di favorire questo processo e di sostenere, non solo per la durata del festival, ma durante tutto l’anno, l’opera svolta dalle associazioni culturali presenti sul territorio». L’edizione 2006, la seconda dopo quella svoltasi con successo a S.Stefano di Rogliano, vedrà un connubio di musica e teatro popolari, nonché il confronto tra culture popolari diverse, quella del Savuto, ma anche quella più ampia della provincia cosentina, con il gruppo teatrale del Centro RAT di Cosenza e quella della regione Campania, rappresentata dalla musica di Teresa De Sio, in concerto sabato. «È importante che le tante associazioni culturali che esistono sul territorio portino avanti un discorso comune e sinergico per rilanciare quelle che sono le tradizioni della nostra terra. La riscoperta delle tradizioni» tiene a precisare Colosimo «non deve essere fine a sé stessa, ma può aiutarci a migliorare senza rinnegare le nostre radici». Al presidente dell’ente montano fa eco Pino Albo, sindaco di Grimaldi:«Manifestazioni come questa sono un’occasione importante per la nostra zona, spesso sottovalutata nelle sue potenzialità, anche sotto l’aspetto della forza di attrazione turistica, nonostante la posizione strategica occupata, a metà strada tra mare e monti. È finito il tempo dei grandi discorsi industriali, è venuto il momento di offrire alla gente le nostre bellezze». La manifestazione, patrocinata dalla Provincia di Cosenza e dal Consiglio Regionale, verrà inaugurata venerdì sera. Nella tre giorni la diverse piazze del paese saranno animate da gruppi di musica etnica e popolare, spettacoli teatrali, dimostrazioni di maestri liutai e una rassegna poetica. Per l’occasione il museo civico della civiltà contadina rimarrà aperto ai visitatori e la casa comunale ospiterà tre mostre fotografiche, curate rispettivamente dall’ente montano, da Antonio Mancuso e dall’U.I.F. Calabria.

 

Assunta Cristello

 

 

Nella foto: Grimaldi.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com