Conclusi i festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario

Marzi: bagno di folla per le tradizionali Pullicinelle

 

 

SI SONO SVOLTI, nei giorni scorsi, i festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario, ricorrenza molto sentita all’interno della comunità di Marzi, che chiude il ciclo delle feste religiose nel Savuto. Il programma ha previsto alcuni momenti strettamente religiosi curati all’interno della Parrocchia (che sono culminati con la Santa Messa e la Processione della statua della Vergine per le vie del Paese) e, alcuni momenti civili (supportati dalla Pro Loco) con spettacoli musicali e curiosità. Fra questi l’antico rito delle Pullicinelle, che a Marzi si tramanda di generazione in generazione. Anche quest’anno diverse centinaia di persone hanno seguito i ‘Giganti Processionali’ realizzati dai locali maestri artigiani. A tal proposito, di seguito Vi proponiamo uno stralcio della storia e del significato delle Pullicinelle di Marzi, tratto dal sito internet della Pro Loco.

Francesco Lorusso

 

 

“Il sabato della festa come di consueto, hanno sfilato per le strade del paese i giganti processionali: uno raffigurante una donna ed un altro un cavallo. Nessuno ha un’idea precisa sul significato allegorico che la costumanza vuole tramandare; tuttavia si può dire che sono sempre stati realizzati da artigiani abili in questo tipo di costruzione, per semplice tradizione. La struttura di questi personaggi é costituita da uno scheletro di canna opportunamente lavorato, rivestito di carta velina colorata. Le pullicinelle compiono il loro giro per Marzi messe in azione da un abile “abballatore” che s’inserisce all’interno delle strutture. La loro danza è preceduta da una banda di suonatori di tamburo e seguita da una folla di bambini e meno giovani in festa. Qualcuno vorrebbe vedere nei due giganti una rappresentazione satirica della regina Giovanna d’Angiò e delle sue strane passioni; questo spiegherebbe la dei due personaggi e l’impennare del cavallo per raggiungere il viso della regina. Finito il giro consueto, i due giganti sono destinati a bruciare nel fuoco rovente della passione nella tradizionale allestita nella piazza G. del Fosso, adiacente la Chiesa di Santa Barbara. Prima di essere bruciati la folla si dispone in cerchio attorno alle due figure per assistere all’ultima frenetica danza, mentre al ritmo dei tamburi della si alzano in volo verso il cielo le coloratissime mongolfiere, realizzate da esperti artigiani locali”.

 

Si ringrazia la Pro Loco di Marzi per la gentile collaborazione e per ulteriori approfondimenti si invita a visitare il sito www.prolocomarzi.it

 

 

La Processione per le vie del Paese:

Verso la Chiesa con l’Arcivescovo Emerito di San Marco – Scalea, mons. Augusto Lauro

Le Pullicinelle

Le mongolfiere

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com