Terremoto avvertito in alcune regioni del Mezzogiorno

La scossa non ha causato danni a cose o persone

 

LA SCOSSA di terremoto di magnitudo 5.7 della scala Richter, con epicentro a largo delle Isole Eolie, è stata avvertita pure nei paesi della valle del Savuto. Zona, quest’ultima, storicamente interessata da eventi sismici anche rilevanti. L’ultimo, ricordiamo, il 18 ottobre 2001, che provocò danni consistenti soprattutto ad antichi edifici religiosi. Nell’area del Savuto la scossa delle 16.28 di ieri (26.10.2006) è stata percepita all’interno degli appartamenti, soprattutto nei piani alti. L’evento sismico, tra i più alti registrati negli ultimi trent’anni, non ha avuto conseguenze disastrose in quanto – secondo gli esperti – la profondità dell’ipocentro (208.8 km), legato alla grande faglia dove si uniscono la zolla tettonica africana a quella euro-asiatica, ne ha ridotto gli effetti. A Rogliano, in modo particolare nei quartieri popolari, la gente si è riversata in strada restando per diverso tempo fuori delle abitazioni. Paura a parte, nessun danno a cose o persone è stato riscontrato sul territorio. Il terremoto di ieri è stato avvertito in Calabria, Sicilia, Basilicata, Puglia e Campania.

 

R.S.

 

Nella foto: un angolo del centro storico di Rogliano.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com