Riscontri positivi per la Seconda Sagra della Castagna

Carpanzano: esposizione, degustazione e mostre

 

IL TERRITORIO del comune di Carpanzano è contraddistinto da diversi ettari di bosco di castagno, un frutto molto apprezzato e curato in questo luogo, tanto da essere considerato parte integrante della tradizione. Come nel resto dei comuni della valle del Savuto, quindi, la castanicoltura occupa un posto importante nella storia e nella gastronomia carpanzanese, in particolare in quella della civiltà contadina, sulla quale poggiano gli avvenimenti più comuni, ma non meno importanti del passato di questa zona collinare del sud cosentino. Esposizione di prodotti, degustazione, iniziative culturali e spettacoli, hanno contraddistinto, nei giorni scorsi, la Seconda Sagra della Castagna. Durante l’iniziativa della Pro Loco carpanzanese, sono state promosse una mostra e una rappresentazione su luoghi, attrezzi e scene legati alla raccolta delle castagne. Entrambe rivolte agli alunni delle scuole elementari di Rogliano e a quelli dell’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Scigliano. Nel corso della manifestazione, i gruppi ospiti hanno avuto l’opportunità di visitare il centro storico che, oltre al Santuario della Madonna della Grazia, presenta importanti palazzi nobiliari e angoli molto suggestivi dal punto di vista urbanistico ed architettonico.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto in alto: un antico affumicatoio per le castagne riprodotto in occasione della sagra. Sotto: alcuni momenti della manifestazione.

 

 

Fonte della Notizia

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com