Il TAR da ragione all’Amministrazione Comunale

In merito alla nomina del Collegio dei Revisori dei Conti

 

IL TAR respinge il ricorso contro l’atto che ha sancito l’elezione del nuovo organo di revisione dei conti.  Il ricorso era stato presentato dal presidente uscente del Collegio dei Revisori dei Conti nei confronti del comune di Rogliano, in particolare avverso la delibera di Consiglio comunale del 15 luglio 2006, che aveva determinato l’annullamento della deliberazione consiliare n° 10 del 5 maggio 2006 relativa alla elezione del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2006/2009 “in quanto – si legge in una nota – tale atto era stato era stato approvato nel corso di una seduta di Consiglio senza il necessario numero legale, quindi ritenuto illegittimo” dalla nuova Amministrazione di centrosinistra. La delibera n° 10 era stata approvata, ricordiamo, nel periodo in cui era alla guida dell’amministrazione la precedente giunta di centrodestra. Ritenendolo “illegittimo” nel luglio 2006 il nuovo esecutivo guidato dal sindaco Giuseppe Gallo aveva proposto e ottenuto l’annullamento dell’atto, provvedendo, nella circostanza, alla elezione di quello che è invece l’attuale Collegio dei Revisori dei Conti. La notizia della decisione del Tar è stata resa nota dallo stesso sindaco Gallo. “Esprimo soddisfazione – ha dichiarato quest’ultimo – perché il Tar della Calabria ha confutato le tesi sostenute da questa Amministrazione Comunale circa l’illegittimità della nomina dei componenti del Collegio dei Revisori dei Conti, che la precedente Amministrazione aveva nominato senza il prescritto numero legale all’interno del Consesso cittadino”.

 

G.S.

 

 

Nella foto: il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com