I precari pronti a scendere in piazza per il lavoro stabile

Cosenza: gli lsu – lpu di nuovo sul piede di guerra

 

 

Riceviamo e pubblichiamo:

COMUNICATO STAMPA

 

E’ AL LIMITE il nostro stato di tensione, è concreto il segnale che la lunga vertenza su LSU/LPU rischia di trasformarsi in una eclatante protesta sulla scia di quanto già accaduto nel 2004 con gli operai idraulico-forestali. Esprimendo innanzitutto solidarietà ai colleghi “precari” regionali e sentendoci oramai essenziali nella gestione dei servizi alle comunità locali, non ci sentiamo più garantiti sul piano dei diritti e su quello economico-previdenziale, anche dopo anni fatti solo di chiacchiere e promesse non mantenute, da tutti e nessuno escluso. E’ mancata da sempre la volontà politica, il lavorare per chi gestisce il potere non per una migliore qualità della vita per tutti ma per pochi eletti, abbiamo visto sottoscrivere piani, patti, accordi, verbali, impegni solenni, ma dopo quasi 12 anni di fatto, abbiamo assistito solo ad ingiustizie, una più grande dell’altra. Non stiamo più, è tempo di restituire dignità e serenità alle nostre famiglie e a quanti stanno peggio di noi, come i disoccupati. A voi tutti rappresentanti Istituzionali, un ultimo appello, vogliamo una definitiva stabilizzazione, fate di tutto per svolgere il vostro dovere principale che è quello di agire sempre e per conto del “bene comune” e senza personalismi e distinzioni rispondete alle iniquità ed ingiustizie quasi quotidiane con proposte e fatti concreti, veramente e senza nessun tipo di sorta. Noi da parte nostra in caso di risposte negative, a breve, saremo pronti ad una grande mobilitazione regionale, pacifica, non per un giorno, ma continua e sensazionale. Una protesta, che possa consentire un cambio di rotta, di uomini, di una nuova classe dirigente. Una ultima possibilità, oltre quella dell’indignazione pubblica già da molti annunciata, per portare un nuovo vento di speranza, per far volare in alto, in questa nostra terra la Giustizia, l’Equità, il Lavoro e i Diritti a tutto oggi sempre negati.

 

 

Coordinamento provincia di CS LSU/LPU dei Comuni e delle Comunità Montane.

 

 

INFO: x circa 2000 lsu/lpu Pettinato Gino: 334/3026636.

 

Nelle foto: precari cosentini durante una manifestazione di Roma copntro il precariato.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com