Il Battesimo di Nostro Signore Gesù Cristo

di don Enzo Gabrieli *

 

 

 

 

Battesimo del Signore

 

Luca 3,13-17

 

INIZIA IL VIAGGIO di Gesù dalla Galilea fino alla Giudea che si chiuderà a Gerusalemme. Un unico grande pellegrinaggio verso la Pasqua si apre oggi, nella prima domenica del tempo ordinario, con la Festa del Battesimo del Signore.

Luca ci accompagnerà con il suo Vangelo in questo viaggio con Gesù verso la città santa la Gerusalemme, per ricordarci che anche noi siamo in cammino verso la nostra Gerusalemme. Un percorso, se non identificazione, almeno di cristificazione della vita.

Per iniziare questo percorso guardiamo il Battesimo di Cristo, che non è certo di conversione o di perdono, il suo è di glorificazione, è l’inizio della Missione.

Ma la Chiesa ci vuole ricordare che il nostro pellegrinaggio si apre con un dono: il Battesimo. Un dono che viene dall’alto, gratuito, che non si sceglie, come non si sceglie il regalo.

Tu puoi accantonarlo non desiderarlo, metterlo totalmente da parte. Ma il Signore ha effuso su di te, da sempre tutto il suo amore.

Qual è l’appello che accompagna l’inizio della predicazione messianica ? Convertitevi! Questa parola è messa sulla bocca del Battista. E’ l’invito a cambiare mentalità, a non conformarsi a mode, costumi, modi di vedere. E’ anche un invito a non massificarsi, a non pensarla in maniera standard, quasi televisiva o secondo l’andamento delle proposte pubblicitarie.

In fondo il angelo ti fa nuovo, ti cambia la vita, ti propone di essere unico ma non star del momento, stella che dura solo lo spazio di una notte.

Avere la coscienza che siamo noi a dover essere battezzati, immersi, è il secondo passaggio, che ti fa cogliere il gradino dell’umiltà. Sentirai che il Signore stesso si vuole assoggettare alla legge perché vuole condividere la stessa storia. Lui si vuole mettere in fila con te per dirti che davvero si fa compagno di strada. C’è un fatto però. Appena il Signore entra in quella stessa acqua il cielo si apre e non si apre solo per lui, si spalanca per una umanità che può ascoltare la voce del Padre. In Cristo l’uomo vede l’opera di Dio e ne ascolta la voce, il progetto, la proposta.

 

“Signore ci hai fatti per te e il nostro cuore è inquieto finche non riposa in te” (S. Agostino).

 

Spalanca i cieli e scendi su di noi o Signore affinché siamo immersi ed avvolti della tua gloria. Condividendo con noi il cammino hai aperto il passaggio per una umanità che era senza speranza, che ti cercava ma forse non ti aveva trovato.

Grazie o Signore per il dono della tua grazia che nel Battesimo ci ha fatti uomini nuovi, che ci ha riempito della tua gloria e della tua presenza.

Fa che anche per noi si sveli il progetto ed inizi la Missione che ha in te la sua origine e in te il suo compimento.

 

 

Nella foto: Piero della Francesca "Battesimo di Cristo" – particolare – sec. XV° (Londra, National Gallery).

 

 

 

* Don Enzo GABRIELI, sacerdote e giornalista (accreditato anche presso la Santa Sede) è parroco di Mendicino, Vicario Foraneo delle Serre e Vice Postulatore della Causa di Canonizzazione del Servo di Dio Gioacchino da Fiore. Ha pubblicato: La Chiesa dello Spirito Santo e la Congregazione dei Nobili di Rogliano (con Gaspare Stumpo); Innocenzo XII – Un papa dalle origini contese; La Chiesa di S. Nicola in Cosenza, monumento dell’arte sacra moderna; il giallo religioso Delitto nell’Abbazia; Ecce/Deus Ecce/Homo: Bernardo Milizia da Rogliano. Fondatore dei Colleretani e alcune raccolte di poesie. Collabora con Il Quotidiano della Calabria, Avvenire e con la rivista pastorale Via, Verità e Vita, edita dalle Edizioni Paoline. Attualmente è anche Direttore responsabile del giornale Comunicando News.

 

 

 

 

 

Vedi anche: www.parrocchiamendicino.it

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com