Trasferimento temporaneo delle attività  del S. Barbara

Prime reazioni della popolazione. Giunta notturna

 

 

L’ASSESSORE regionale alla Sanità, Doris Lo Moro, ha disposto il “temporaneo trasferimento delle attività cliniche” del presidio ospedaliero ‘Santa Barbara’ di Rogliano ad altre strutture dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il provvedimento si è reso necessario “al fine di accelerare e svolgere in condizioni di piena sicurezza le attività di ristrutturazione e manutenzione in corso e quelle da intraprendere a seguito dei rilievi ispettivi” compiuti nei giorni scorsi. La notizia, che ancora una volta ha avuto risalto nazionale, è stata confermata nel corso di una pubblica assemblea convocata per il pomeriggio di oggi dall’Amministrazione comunale di Rogliano, della quale Vi forniamo (in esclusiva) le prime immagini. Le foto si riferiscono alla conferenza del Sindaco, avvocato Giuseppe Gallo, nei minuti che hanno seguito la comunicazione giunta dalla Regione Calabria – Dipartimento regionale tutela della Salute. All’incontro avevano dato ampia disponibilità di presenza tutti sindaci del Savuto, esponenti sindacali, operatori sanitari e cittadini. La notizia del temporaneo trasferimento delle attività del nosocomio cittadino ha prodotto forti reazioni fra la popolazione e nel mondo politico-istituzionale. A Rogliano sono arrivati anche il senatore Franco Covello, i consiglieri regionali Antonio Acri e Damiano Gagliardi, il segretario regionale dei DS, Carlo Guccione, che si sono uniti ai già presenti assessore provinciale Ferdinando Aiello, alla presidente della Comunità montana del Savuto, Anna Aurora Colosimo ed ai tanti amministratori comunali. Altre autorità istituzionali sono attese nelle prossime ore. Il sindaco della città, Giuseppe Gallo, ha detto che “non dobbiamo abbassare la guardia, ma fare in modo di tutelare la nostra struttura”.

 

R.S.

 

 

 

 

 

 

 

 

In diretta dal ‘Santa Barbara’

 

LA NOTIZIA del “temporaneo trasferimento delle attività cliniche” del nosocomio cittadino ad altre strutture dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, decisa oggi pomeriggio dall’assessorato regionale alla Sanità, hanno provocato forti reazioni nel mondo politico, istituzionale e sindacale del comprensorio del Savuto. All’assemblea presso il Municipio cittadino è seguita una prima presa di posizione della popolazione dei comuni del comprensorio che nella serata di ieri (e sino a tarda notte) si è riversata in massa nei dintorni del Santa Barbara. Mentre stiamo scrivendo è in corso una riunione dell’Esecutivo comunale convocata in via d’urgenza dal sindaco della città, Giuseppe Gallo. Numerosi, pure, i contatti telefonici tra esponenti del mondo politico locale e regionale. Col trascorrere delle ore sull’ospedale di Rogliano tende a aumentare l’attenzione di giornali e televisioni. Incontri, definiti importanti, sono previsti già nella prima mattinata di oggi (sabato 13 gennaio). Il presidio ospedaliero ‘Santa Barbara’ è considerato, ricordiamo, una struttura fondamentale e vitale per l’area della valle del Savuto.

 

R.S.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com