Discussione sulle problematiche del trasporto locale

Gli amministratori locali chiedono la Metrò Leggera

 

DURANTE L’INCONTRO, al quale hanno partecipato sindaci ed amministratori, sono state prese in esame le questioni legate alla realizzazione del sistema di Metropolitana leggera Cosenza-Rende, argomento in discussione già da tempo, rispetto al quale il comprensorio rivendica la giusta attenzione. Allo stato, però, gli amministratori locali nutrono “forti perplessità sulle ipotesi avanzate in quanto – si legge in una nota – le stesse vedrebbero il Savuto fortemente penalizzato e condannato ancora una volta ai margini dei maggiori centri d’interesse”. Tra questi l’Università della Calabria. Negli ultimi anni, ricordiamo, più volte è stata avanzata la necessità di ammodernamento dei sistemi di mobilità locali ed il rilancio della stessa tratta ferrata dal territorio delle comunità della vallata al capoluogo bruzio “che – spiegano sindaci ed amministratori – potrebbe diventare collettore di collegamento tra Catanzaro e Università, abbracciando i paesi della pre Sila, la dorsale ferroviaria tirrenica e l’area della Sibaritide”. L’attuale ipotesi progettuale vedrebbe, infatti, un ruolo attivo delle Ferrovie della Calabria nella parte relativa al finanziamento dell’opera. Ma “appare del tutto incomprensibile – si legge ancora nel documento – che le Ferrovie della Calabria decidano di investire su un progetto di collegamento urbano (Cosenza-Rende), non considerando le ipotesi alternative che questo territorio (il Savuto, nda) da più tempo ha posto all’attenzione di tutte le istituzioni che hanno avuto modo di valutarne la valenza, al punto che l’ipotesi di collegamento Savuto-Unical è stata inserita nel piano triennale dei trasporti dell’Amministrazione provinciale di Cosenza”. Sindaci ed amministratori della zona hanno concordato, quindi, sulla necessità che “la Commissione Trasporti in seno al Consiglio provinciale porti all’ordine del giorno la discussione della problematica e si promuova un confronto di merito urgente con gli enti e gli organi interessati alla questione”.

 

Gaspare Stumpo

 

 

Nella foto: una vecchia locomotiva a vapore in sosta presso la stazione di Rogliano.

 

 

Fonte della Notizia

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com