Locri: Lolli apre la rassegna artistica del Fo.Re.Ver

Il cantautore bolognese inaugura “La Città del Sole”

 

IL CANTAUTORE bolognese, Claudio Lolli, ha inaugurato, nei giorni scorsi, la rassegna artistica “La Città del Sole” – iniziativa del Forum per la Resistenza e la Verità (Fo.Re.Ver.) che prevede, per buona parte dell’anno, importati iniziative con eventi musicali, teatrali e cinematografici. Scopo della manifestazione è quello di creare momenti di aggregazione e diffondere il messaggio della legalità attraverso la cultura. Accompagnato dal maestro Paolo Capodacqua, Claudio Lolli ha proposto canzoni vecchie e nuove del suo vasto ed importante repertorio musicale. Tra questi “Ho visto anche degli zingari felici” – la cui nuova versione, ricordiamo, è stata realizzata 2003 assieme al gruppo calabrese ‘Il Parto delle Nuvole Pesanti’ che ne ha curato gli arrangiamenti assieme allo stesso Capodacqua. L’iniziativa del Fo.Re.Ver. – promossa con il patrocinio del Comune di Locri, del Consiglio Regionale della Calabria e dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria del Ministero della Pubblica Istruzione, si concluderà nell’autunno 2007. Scrittore, poeta, professore di liceo, Lolli è artista di grande livello culturale. Il cantautore bolognese nel 1998 ha ricevuto il ‘Premio Piero Ciampi’ alla carriera. Alcune sue canzoni sono state cantate da Francesco Guccini (Keaton – Ballando con una sconosciuta) e dagli Stadio (Segreteria telefonica).

 

R.S.

 

 

Nella foto: Claudio Lolli, con Maurizio Esposito, durante un concerto a Cosenza

 

 

Discografia di Claudio Lolli:

 

Aspettando Godot (1972)

Un uomo in crisi (1973)

Canzoni di Rabbia (1975)

Ho visto anche degli zingari felici  (1976)

Disoccupate le strade dei sogni (1977)

Extranei (1980)

Antipatici Antipodi (1983)

Claudio Lolli (1988)

Nove pezzi facili (1992)

Intermittenze del cuore

Viaggio in Italia (1998)

Dalla parte del torto (2000)

Ho visto anche degli zingari felici (2003)

La scoperta dell’America (2006).

 

 

“Claudio è uno dei più rappresentativi autori della canzone italiana, dalla maggior parte di molti suoi illustri colleghi viene anzi considerato il "maestro" della canzone d’autore. A lungo legato/relegato dalla critica al cliché del cantautore generazionale, legato indissolubilmente alla rabbia, alle emozioni e alle delusioni di chi aveva vent’ anni negli anni ’70, Lolli continua in realtà ad incantare le platee, sempre piene di giovani e giovanissimi che accorrono ai suoi concerti, con la sua ironica e disincantata altissima poesia, che continua, senza età, a gettare un’occhiata affilata sul mondo più o meno vicino, lasciandoci la briga di raccoglierla e di continuare a sognare e soffrire, noi esseri vivi e pensanti, ascoltando le sue sempre nuove sempre splendide canzoni…”

 

dal sito internet: www.sem.gte.it/claudiololli/

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com