… alcuni giorni fa, nelle prime ore del pomeriggio …

"… Tutte le verità sono facili da comprendere … "

 

“Tutte le verità sono facili da comprendere una volta che sono state scoperte; il punto è scoprirle.”

                                                                                                                                   

Galileo Galilei

 

 

Alcuni giorni fa nelle prime ore del pomeriggio in una giornata,  in vero assai tersa e "stranamente" limpida, osservai quello che forse molti calabresi avevano già notato. Su uno sfondo incredibilmente azzurro una miriade di scie che alcuni aeroplani si lasciavano dietro.  Conosciamo da tempo questi tracciati d’aereo  che spesso disegnano  il cielo, ma quel giorno sembrava che viaggiassero senza seguire le abituali rotte commerciali quasi a formare un  reticolato di fumo  coprendo  gran parte dello specchio azzurro al di sopra delle nostre teste. Per la prima volte riflettei che gli aeromobili, almeno quelli a noi conosciuti,  commerciali o militari che siano non lasciano quel tipo di scia.  Mi ricordai anzi,  che gli stessi del tipo che ora  volavano sulle nostre teste, molte  volte non lasciano traccia. Potrebbe  essere un fatto puramente meteorologico pensai, umidità, vento,  temperatura alle alte quote o qualcosa del genere. La cosa passò nel dimenticatoio,  solo dopo qualche giorno e per puro caso mi capitò di  imbattermi su internet  in un articolo che mi riportò indietro a quello strano pomeriggio.  Articolo tratto dal sito “Top secret”  e che vi trasmetto integralmente. 

 

R.S.

 

“… Probabilmente molti voi lo considerano un fenomeno naturale, magari una piccola attrattiva per i vostri figli, ma quelle belle scie che vedete continuamente in cielo (che dopo un po’ di ore si scambiano facilmente per nuvole), non sono per niente “normali” (ammesso che esista ancora qualcosa di normale a questo mondo  ). Ormai è parecchio tempo che “giocherellano” davanti ai nostri occhi, ma ormai è bene che si sappia di cosa si tratta realmente! Non per deludervi…. Se notate bene, nei giorni in cui il cielo è sereno, si divertono a formare vere e proprie “griglie”. (fig.1) Veramente molto “creative”. Che carini che sono a pitturare un po’ il cielo! Noooooooooo, vi prego! Non dite che lo fanno tutti gli aerei , vi possiamo dimostrare che i VERI aerei di linea non lasciano la benché minima scia, detta “di condensa” e, se ne lasciano una piccola svanisce in pochissimi secondi (al massimo qualche minuto). Le scie di cui noi parliamo resistono per ore e tendono a aumentare di dimensione espandendosi come fumo ed “imbiancando” il cielo. Questi aerei, in genere, non presentano contrassegni che li possano identificare e girano per tutta Italia (ed anche per l’Europa) praticamente tutti i giorni. Prediligendo le giornate a ciel sereno, gettano a nostra insaputa, sotto (o meglio, sopra) i nostri occhi, sostanze chimiche utilizzate per il controllo climatico, per testare nuovi batteri, virus, ecc. Probabilmente a molti di voi sembrerà fantascienza e i media ufficiali saranno costretti a smentire o ad ignorare come hanno fatto sino ad oggi nonostante esistano già due interpellanze parlamentari… ma noi diciamo: controllate bene tutti gli aerei che passano sopra le vostre teste e noterete che alcuni non lasciano la scia, anzi! alcuni addirittura la lasciano per un po’, poi smettono e poi ricominciano!! He, he, he… probabilmente, all’improvviso hanno cambiato tipo di carburante… Addirittura la Russia e la Cina non si sono fatti molti problemi ad ammettere di utilizzare aerei per la dispersione nei cieli di sostanze “sperimentali” per il controllo climatico… ovviamente lo fanno per il nostro bene e, nel caso dei virus, facciamo da cavie per testarne l’incidenza così possiamo dimostrare che non sono quelli che ci hanno fatto male ma i farmaci che ci hanno dato per debellarli!”. Ma noi che siamo un tantino paranoici (è la vecchiaia che ci rende così!), crediamo che ci sia un motivo più ehm…profondo!!! A che scopo controllare il clima? Beh! diciamo che molte nazioni (anche l’Italia) basano il mercato sull’agricoltura. E se l’agricoltura va male? Be se va male i prezzi aumentano…e se i prezzi aumentano (non parliamo solo di verdure ma di tutti gli alimenti primari che servono per l’industria)? La gente comprerà lo stesso, forse un po’ meno, ma comprerà lo stesso e ogni volta, per una famiglia, arrivare a fine mese sarà sempre più difficile…questo è un modo per tenere sotto controllo il nostro paese…la stessa cosa vale ovviamente per i virus, che casualmente arrivano ogni inverno, conoscendo già in anticipo quali saranno (forse sono tutti veggenti)….quindi aumento esponenziale del business farmaceutico, maggiore stress perché bisogna andare a lavorare anche sei si sta male, altrimenti niente stipendio…insomma, è facile fare in modo che il paese sia sotto il totale controllo del governo!! Ma in fondo, lo sapete, lo fanno per il nostro bene!!! Tanto noi, brave persone, non ci ribelliamo mai, perché stiamo zitti e crediamo a ciò che vogliono farci credere!!! Per carità! Anche noi ci crediamo! Moltissimo! Ed è per quello che scriviamo certe cose, per ringraziare il governo di tanta grazia!".

La redazione di TopSecret, 28.11.2004

 

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com